Roma interviene in soccorso dei terremotati dell\'Aquila

2' di lettura 07/04/2009 -

Sono state inviate due squadre, una della Protezione civile comunale e l\'altra del Comando del Corpo della Polizia municipale, per poter portare soccorso alla popolazione della provincia dell\'Aquila gravemente colpita dal sisma della notte scorsa.



Vista poi la gravità e la violenza del sisma che ha colpito l\'Abruzzo, il sindaco Gianni Alemanno

ha dato disposizione alla Protezione civile del Campidoglio di partire con una colonna composta da oltre 60 uomini, tutti addestrati nel montaggio delle tende, pienamente autonoma, essendo attrezzata con una cucina da campo, due tende da 70 posti, due bob cat, camion e i diversi attrezzi a mano.

Per supportare i colleghi de L\'Aquila è stata inviata una seconda colonna, formata da uomini della Polizia Municipale, con funzione di vigilanza alle strutture non agibili.

Il campo verrà allestito non lontano dall\'Ospedale San Salvatore de L\'Aquila.


Inoltre la Giunta comunale, che si è riunita in seduta straordinaria, ha deliberato lo stanziamento di un milione e 100 mila euro, messi a disposizione della Croce Rossa Italiana, come primi aiuti da destinare alle popolazioni de L\'Aquila colpite dal sisma.

Purtroppo anche la divisione dei Cimiteri Capitolini di Ama è stata messa in allerta per supportare la Protezione Civile con i propri servizi.

Il terremoto è stato avvertito distintamente in tutta la città di Roma, in particolare nella zona nord est, nella quale alcune persone si sono riversate in strada durante la notte.

Il sovrintendente ai beni archeologici Angelo Bottini ha fatto sapere che si è riscontrato qualche danno, non ancora quantificabile, alle Terme di Caracalla, mentre sono rassicuranti le condizioni del Foro e del Palatino.






Questo è un articolo pubblicato il 07-04-2009 alle 23:57 sul giornale del 07 aprile 2009 - 843 letture

In questo articolo si parla di cronaca, terremoto, protezione civile, roma, Cinzia Mazzarini