Tour Music Fest 2010: Musica senza limiti

02/03/2010 -

Un festival aperto a tutti, con l’appoggio dei grandi della musica italiana, degli esperti del settore, di coloro che la musica l’hanno fatta e vogliono continuare a farla senza rinunciare alla qualita’ e senza cedere ai compromessi del “televoto”: questo e’ il Tour Music Fest che quest’anno per non smentire le sue spinte iniziali propone ai suoi partecipanti non piu’ solo un premio discografia, bensi’ 4, senza trascurare nessun genere musicale.



Alfa Music, Rusty Records, Music Solutions, Gem Records, le etichette che produrranno i vincitori Tour Music Fest 2010, sono infatti state scelte per qualita’ dei prodotti e del lavoro, per la loro storia, ma anche per l’importanza data alla varieta’ artistica delle proposte, che le ha portate ognuna di loro a confrontarsi con generi diversi, senza cedere ai pregiudizi del mercato, o del facile consumo.

“Quando ci si confronta con festival tipo Sanremo, X Factor e Amici” ci spiega Gianluca Musso, Project Manager del Tour Music Fest “ci si rende conto che singolarmente ognuno di loro ragiona e ha come punto di rifermiento un unico genere, che puo’ essere pop, o pop rock, ma che raramente va a confrontarsi con la musica reale, quella che viene fatta e apprezzata da tutto il pubblico, nessuno escluso.

Per questo c’e’ bisogno di una varieta’, di un’apertura se si vuole far crescere la musica italiana, un’apertura a tutti i generi, nessuno escluso…cio’ che serve oggi e’ la creazione di un contesto in cui ognuno con i suoi gusti possa farsi conoscere ed ascoltare, cosi’ e’ nato e questo e’ il Tour Music Fest”.

“Per questo” continua il Direttore Artistico Alessandro Grande “abbiamo coinvolto 4 etichette discografiche, ognuna con un background differente, ognuna che guarda a un genere diverso. Le finali e le semifinali Tour Music Fest, sono sempre state un momento interessante in cui i talent scout si sono confrontati con proposte varie e interessanti, dando realmente attenzione al prodotto –basti pensare al Giudizio di Eleonora, vincitrice 2007, che e’ stata poi prodotta da Hermanos, anche etichetta di Neffa, oppure Jacopo Ratini, vincitore 2008, che ha poi partecipato a Sanremo 2010.

A fronte di questo interesse ci siamo chiesti: perche’ non coinvolgere direttamente i discografici? Questa e’ forse una delle piu’ grandi novita’ del Tour Music fest 2010, quella che tutti aspettavamo, 4 etichette per 4 produzioni, senza il bisogno di tradire lo stile e l’indole della band, del cantautore o dell’interprete che vincera’, rispettando la sua arte e quindi la musica, che fortunatamente non ha limiti e ha ancora tanto da raccontare a chi vuole ascoltare…”

Ufficio Stampa Marta Volterra

Per info: www.tourmusicfest.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-03-2010 alle 00:20 sul giornale del 02 marzo 2010 - 784 letture

In questo articolo si parla di roma, spettacoli, Tour Music Fest