Il Papa in Inghilterra. Critiche e apprezzamenti

1' di lettura 15/09/2010 -

L'Inghilterra, mèta della visita di Benedetto XVI dal 16 al 19 settembre, rappresenta l'epicentro geopolitico della cultura della morte, ma è anche nota come "Dos Mariae", dote di Maria.



Ecco il paradosso è straordinario il patrimonio cristiano inglese e la sua attuale cultura anticattolica d'avanguardia. L’Inghilterra è un luogo altamente significativo per la imminente visita del Papa.
Certo esiste una tendenza anticattolica aggressiva nei confronti della Chiesa e del Pontefice. Ma gran parte delle persone apprezzano il valore della testimonianza del Santo Padre sulle questioni morali fondamentali (anche se esse raramente finiscono sui media) e, più di recente, sulle questioni sociali.
Molte persone, soprattutto cattoliche – che un recente sondaggio mostra essere più di quante ci si immaginava – attendono la visita Papale con la speranza e l’aspettativa che la sua presenza e le sue parole possano essere una “luce gentile” (“kindly light”, per prendere in prestito un’espressione del cardinale Newman) in un tempo di ombre particolarmente minacciose nei confronti della cellula fondamentale della società – la famiglia – e dei diritti dei genitori.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2010 alle 23:28 sul giornale del 16 settembre 2010 - 1065 letture

In questo articolo si parla di attualità, giacomo campanile, papa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/cbn