Il Papa: le false divinità distruggono il mondo

1' di lettura 11/10/2010 -

In apertura della prima giornata di lavori del Sinodo dei vescovi per il Medio Oriente, il Papa ha poi puntato l’indice contro «il potere delle ideologie terroristiche». 



Il Papa afferma: «Apparentemente in nome di Dio viene fatta violenza, ma non è Dio: sono false divinità, che devono essere smascherate, che non sono Dio. E poi la droga, questo potere che, come una bestia vorace, stende le sue mani su tutte le parti della terra e distrugge: è una divinità, ma una divinità falsa, che deve cadere. O anche il modo di vivere propagato dall'opinione pubblica: oggi si fa così, il matrimonio non conta più, la castità non è più una virtù, e così via». Queste ideologie che dominano, ha proseguito il Pontefice, «sono divinità. E nel dolore dei santi, nel dolore dei credenti, della Madre Chiesa della quale noi siamo parte, devono cadere perché si compia quanto scrive san Paolo nelle le Lettere ai Colossesi e agli Efesini: le dominazioni, i poteri cadono e diventano sudditi dell'unico Signore Gesù Cristo». Perché ciò accada, ha concluso Benedetto XVI, le fondamenta interiori, morali e religiose, non devono vacillare: «La fede è il fondamento, e, in definitiva, le fondamenta della terra non possono vacillare se rimane ferma la fede, la vera saggezza».






Questo è un articolo pubblicato il 11-10-2010 alle 21:09 sul giornale del 12 ottobre 2010 - 1157 letture

In questo articolo si parla di attualità, giacomo campanile, Papa droga

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/daU