San Luigi Gonzaga

1' di lettura 21/06/2011 -

Luigi Gonzaga, religioso, che, nato da stirpe di principi, lasciato al fratello il principato, si unì a Roma alla Compagnia di Gesù, ma, logorato nel fisico dall’assistenza da lui data agli appestati, andò ancor giovane incontro alla morte.



A 10 anni Luigi aveva deciso che la sua strada era un'altra: quella che attraverso l'umiltà e una vita dedicata al prossimo l'avrebbe condotto a Dio. A 12 anni ricevette la prima comunione da san Carlo Borromeo, in visita a Brescia. Decise poi di entrare nella compagnia di Gesù e per riuscirci dovette sostenere due anni di lotte contro il padre. Libero ormai di seguire Cristo, rinunciò al titolo e all'eredità ed entrò nel Collegio romano dei gesuiti, dedicandosi agli umili e agli ammalati, distinguendosi soprattutto durante l'epidemia di peste che colpì Roma nel 1590. In quell'occasione, trasportando sulle spalle un moribondo, rimase contagiato e morì. Era il 1591, aveva solo 23 anni.






Questo è un articolo pubblicato il 21-06-2011 alle 10:12 sul giornale del 21 giugno 2011 - 3934 letture

In questo articolo si parla di attualità, giacomo campanile, San Luigi Gonzaga

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ml2

Leggi gli altri articoli della rubrica Il Santo del giorno