Rome’s got Talent. Sbocciano i talenti a Campo de’ Fiori

2' di lettura 09/10/2012 - Grande successo di pubblico e partecipazione per ROME’S GOT TALENT che si è svolto nella splendida location di Campo de’ Fiori la notte di sabato 6 ottobre dalla 21.00 alle 24.00. La serata-evento presentata da Antonio Scicchitano, ha visto alternarsi sulla passerella, allestita nello spazio dello storico mercato, tre diversi momenti: la sfilata delle modelle dell’Associazione Turris Eburnea, le esilaranti improvvisazioni teatrali dei VerbaVolant e le sorprendenti note “a cappella” dell’Anonima Armonisti.

Si tratta di una proposta organizzata da ReteCulturale, associazione romana fucina di progetti culturali che abbiano al centro la persona e la sua attiva partecipazione nella costruzione della coscienza e della bellezza del proprio tempo.

L’iniziativa è inserita nel ciclo di eventi Riprendiamoci la notte promossa dall'Assessorato alla Famiglia, all'Educazione e ai Giovani, per restituire alla Città di Roma e ai suoi giovani, occasioni alternative a quelle del classico “sballo” del sabato sera, nei luoghi culto della movida cittadina, partendo da proposte ideate da altri giovani (di associazioni) della Capitale.

Di fronte alla statua di Giordano Bruno, silente compagna di molte serate di gruppi di giovani e adolescenti della capitale, le modelle di Turris Eburnea, oltre a presentare una collezione di abiti ispirati alle ultime tendenze, hanno voluto infrangere il tabù delle “modelle mute”, raccontando di idee ed esperienze personali legate alla femminilità, sfidando lo stereotipo della donna oggetto, simulacro di una bellezza strumentalizzante. I Verbavolant raccogliendo costantemente suggerimenti dal pubblico, si sono cimentati in “acrobatiche” improvvisazioni teatrali, in grado di raccontare addirittura “Biancaneve e i sette gnomi” in varie versioni della durata progressivamente ridotta dai 90 secondi ad un solo secondo. Hanno concluso la serata in una piazza gremita, le note delle sette fenomenali voci dell’Anonima Armonisti, già da tempo noti al pubblico romano, che per l’occasione hanno presentato un applauditissimo medley “a cappella” di canzoni disco anni ’90.

L'evento promosso dalla ReteCulturale ha offerto a tutti i partecipanti - sia al pubblico che agli artisti - l’esperienza di sentirsi coinvolti in prima persona nel processo ricreativo della città di Roma, che sempre più ha bisogno della partecipazione attiva dei suoi cittadini per mantenere viva e dinamica la sua storica, ma sempre attuale, bellezza.








Questo è un articolo pubblicato il 09-10-2012 alle 23:37 sul giornale del 10 ottobre 2012 - 958 letture

In questo articolo si parla di roma, spettacoli, rete culturale roma, rome's got talent

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/EKJ