Oltre duemila presenze alla rassegna 'Giovani@teatro'

2' di lettura 15/10/2012 - «Il successo di Giovani@teatro conferma la voglia di bellezza dei giovani, il loro desiderio di cultura, di ritrovarsi non solo a bere una birra su una scalinata ma anche fuori a un teatro a commentare lo spettacolo appena visto».

Lo dichiara l’assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale, Gianluigi De Palo, a conclusione della rassegna ‘Giovani@teatro’, che dal 15 maggio al 12 ottobre ha proposto 14 spettacoli ad ingresso gratuito, negli spazi di periferia o nei luoghi della movida romana.

«Da Tor Bella Monaca al Centro Culturale Elsa Morante, dal Cassia al San Raffaele al Trullo, dallo Spazio il Mitreo di Corviale alla Centrale Montemartini, passando per il Centro Culturale Aldo Fabrizi sulla Tiburtina, siamo riusciti a far andare a teatro oltre duemila persone, in prevalenza giovani under 35 per assistere alle performance di giovani per i giovani. Gettonatissimi gli spettacoli di Giovanni Scifoni, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno e quelli di Betta Cianchini, speaker di RadioRock, autrice di due monologhi-inchiesta sul tema della maternità, per i quali abbiamo dovuto ripetere lo spettacolo nella stessa sera, per accontentare le centinaia di persone rimaste in fila», prosegue l’Assessore.

«Sono tanti i temi trattati dai vari spettacoli, dal precariato alla maternità, dalla droga ai reality show, dalla storia recente di Roma, alla vita nascente, dai giovani di ieri a quelli che popolano le notti di oggi. Rappresentazioni o monologhi talvolta drammatici, altre più ironici, ma sempre capaci di suscitare quelle emozioni che solo il teatro sa darti».

«Non avevo dubbi sulla bontà di questo progetto, anche perché l’idea è nata proprio ascoltando i giovani, durante un tour delle periferie, una sorta di brainstorming a domicilio - continua De Palo -, dello scorso anno, in cui ho incontrato tantissimi giovani e mi ha stupito rilevare quanti, tra loro, fossero appassionati di teatro. ‘Giovani@teatro’ è stata anche l’occasione per passare una serata diversa, proposta che si affianca alla nuova idea di movida romana che stiamo portando avanti con ‘Riprendiamoci la notte’ in collaborazione con associazioni giovanili della capitale».

«Chiusa questa rassegna teatrale, invito ora i giovani di Roma ad “occupare” il nuovo Spazio Giovani all’interno del complesso dell’ex Mattatoio. Invito tutti a inviarci suggerimenti e idee per la definizione della programmazione dello spazio, che si avvarrà del contributo di giovani artisti, associazioni culturali e proposte che giungeranno dai municipi di Roma Capitale. Lo spazio punta fin da subito a trasformarsi in un laboratorio al servizio dei giovani, aperto tutti i giorni dell’anno», conclude De Palo.


da Gianluigi De Palo

Assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale





Questo è un articolo pubblicato il 15-10-2012 alle 22:23 sul giornale del 16 ottobre 2012 - 580 letture

In questo articolo si parla di teatro, roma, giovani, famiglia, educazione, roma capitale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/EZN