Liberi di difenderci (se le armi tacciono, le parole colpiscono)

2' di lettura 24/10/2012 - Giovedì 25 ottobre alle ore 16.30, nel Salone Borromini della Biblioteca Vallicelliana, si tiene l'incontro Liberi di difenderci (se le armi tacciono, le parole colpiscono) promosso dall'associazione culturale Roma Tiberina e dal Salotto Romano.

In occasione dell'iniziativa vengono presentati due romanzi di Giorgio Biuso dedicati alle Forze dell'Ordine: Botolus (ed. Albatros, Roma 2011) e Poliziotti, poveri cristi (ed. Robin, Eoma 2011). Introduzione di Sandro Bari. Relatori Massimo Giannotta e Franco Monteleone. Interventi dei rappresentanti dell'Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato.
Il libro di Biuso Poliziotti, poveri cristi è composto da quattro racconti riguardanti la vita di poliziotti raccolti in tre capitoli: "Sindrome elvetica", "Sindrome germanica", "Sindrome italica". La "Sindrome" è un insieme di sintomi che caratterizzano una malattia. E di vere malattie si tratta. Malattie esistenti anche in tempi passati ma poco conosciute.
Giorgio Biuso, nato e residente a Roma, è laureato in ingegneria civile-architettura. Ha diretto il Servizio Architettura e Urbanistica dell'ente di Stato che ha realizzato il Centro Direzionale dell'Eur. Ha progettato sia in Italia che all'estero. Scrive dal 1975, pubblicando su riviste e giornali, vari racconti, una teoria sulla gravità ed alcuni romanzi. Attualmente lavora, come volontario per l'ONU, a progetti per i Paesi in via di sviluppo
Scrittore e saggista, Sandro Bari è caporedattore della rivista culturale Voce Romana, membro di Giornalisti senza Frontiere, presidente del Comitato per il Tevere e dell’Associazione Culturale “Roma Tiberina”, autore e conduttore radiofonico e televisivo, musicista; fa parte di un gruppo di Protezione Civile e Ambientale, ha praticato ogni attività legata alla natura, speleologia, roccia, sci di fondo e nautico, vela, esplorazioni fluviali. Appassionato di cucina e di vini, ha tenuto per anni rubriche televisive di gastronomia e di galateo.






Questo è un articolo pubblicato il 24-10-2012 alle 22:29 sul giornale del 25 ottobre 2012 - 584 letture

In questo articolo si parla di attualità, giacomo campanile

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/FkG