In crescita il turismo a Roma

2' di lettura 22/02/2013 - In Italia la situazione economica è difficile come non avveniva da decenni, ma alcuni buoni segnali arrivano dal turismo, visto che città come Roma hanno segnato nel 2012 un aumento del 3% rispetto all’anno precedente.

Secondo i dati forniti dell’Ente Bilaterale del Turismo nel Lazio, ci sono stati quasi 12 milioni d’arrivi, equivalenti a 30 milioni di presenze, vista la permanenza media di 2,5 notti. La capitale d’Italia come già nei tempi antichi è molto ben collegata ed è ormai semplice trovare voli aerei cercando su Skyscanner, sia per le ricerche internazionali che nazionali, come i comodi voli da Torino a Roma.

I maggiori aumenti dal punto di vista dei visitatori provengono da Francia e Germania (cresciute del 5%), seguite da Russia e Usa. Impressionante aumento da parte dei visitatori cinesi, cresciuti addirittura del 20 per cento. A questo proposito un’ulteriore impulso potrebbe arrivare dal nuovo volo diretto da e per Shanghai. Quanto alla spesa dei turisti, dei 7,3 miliardi il 26,5% è rappresentato dalla spesa alberghiera, il 17,2% da ristoranti e bar e il 20,2% dallo shopping di abbigliamento. Si rileva poi una flessione del 12% di cinema e spettacoli a favore di musei e gallerie (+10%).

Non ci sono insomma problemi a fare arrivare i turisti e l’introduzione della tassa del turismo non è stato un problema a quanto pare, visto che l’offerta della metropoli in termini di arte, cultura e divertimenti ha ben pochi eguali nel mondo. Anche dopo l’ennesima visita Roma risulta sempre interessante insomma, ma la cosa bella è che paradossalmente si potrebbe fare molto di più. Le decine di milioni di euro incassate con la tassa sul turismo potevano venire utilizzate per potenziare l’inefficiente sistema di trasporto, che allo stato attuale presenta non solo vetture vecchie, ma anche forti ritardi che rendono lenti gli spostamenti da un capo all’altro della città.

Si doveva puntare sul sistema di bike sharing, ma dopo qualche tempo, 1,5 milioni di euro spesi e praticamente tutte le biciclette rubate, il servizio è praticamente fallito per mancanza d’esperienza, visto che ad esempio in altre città come Barcellona il tutto funziona bene e le stazioni piuttosto sicure e robuste.








Questo è un articolo pubblicato il 22-02-2013 alle 17:06 sul giornale del 23 febbraio 2013 - 1188 letture

In questo articolo si parla di attualità, turismo, roma

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/JRa