Risparmiare nel 2016 si può: ecco come

I tempi sono terribilmente duri, la ripresa economica tarda ad arrivare e la crisi si fa ancora sentire forte.

Inoltre, la pressione fiscale in Italia è molto alta da tempo e le tasse che gli italiani sono costretti a pagare sono mediamente superiori a quelle che pagano i cittadini di altri Paesi europei. Tutte ragioni assolutamente valide che spingono le famiglie italiane a valutare attentamente il loro budget prima di effettuare spese folli e soprattutto motivi che invitano a trovare le strategie giuste per risparmiare qualche utile euro. Attraverso piccoli accorgimenti e una buona conoscenza di alcune materie è possibile, infatti, abbattere alcuni costi e dare maggiore respiro alle proprie tasche. In questa guida ci occuperemo proprio di come gestire al meglio il proprio budget 2016 e di come riuscire a ridurre le spese familiari senza dover necessariamente ricorrere a grandi escamotage, generalmente difficili da trovare.

Partiamo dal tema spinoso delle tasse, un argomento indigesto per moltissimi italiani che rabbrividiscono al solo pensiero di doverle costantemente pagare. Detto questo, però, va anche sottolineato come esistano piccole accortezze utili a ridurre anche in modo consistente l'importo delle tasse. Occorre soprattutto tenere conto che il sistema fiscale italiano dà la possibilità in diversi casi di beneficiare di alcune deduzioni che consentono di diminuire in modo anche significativo il proprio reddito imponibile. Molte volte, infatti, la fretta o semplicemente l'attenzione verso altri impegni non ci permettono di conoscere fino in fondo le opportunità di risparmio, un grave errore che paghiamo a caro prezzo in moltissime circostanze.

Tante le deduzioni possibili, anche se ce ne sono alcune più comuni di altre come quelle legate alle polizze malattia, alle spese mediche e alle donazioni in beneficenza. Inoltre, i proprietari degli immobili farebbero bene a non dimenticarsi delle spese per la manutenzione o degli interessi ipotecari. Queste sono solo alcune delle spese che si possono portare in deduzione, ma ce ne sono tante altre da poter sfruttare. Attenzione, però, corre l'obbligo di una precisazione in quanto è bene sapere che il numero delle deduzioni di cui poter beneficiare dipende molto pure dalla situazione del contribuente. Proprio per questo motivo occorre prestare la giusta attenzione alla materia, per conoscere integralmente i benefici possibili e quindi sfruttare al meglio la possibilità di ridurre la pressione fiscale e salvaguardare in questo modo parte importante del proprio budget 2016. Proviamo a prendere come esempio quella dell’automobile che, a differenza delle assicurazioni vita, ogni anno rischiano di avere dei rincari dovuti ad un serie di fattori che molto spesso neanche dipendono da noi in prima persona.

Un'altra spesa che grava in modo consistente sui nostri bilanci familiari è quella dell'assicurazione, anche perché in Italia i premi assicurativi sono tendenzialmente più alti che in altri Paesi europei. Proprio tenuto conto di questa considerazione è bene fare di tutto per abbattere i costi dei premi assicurativi attraverso, anche in questo caso, piccole ma utilissime strategie. L'anno 2016 è appena agli inizi e chi ha il contratto in scadenza farebbe bene a prestare la dovuta attenzione prima di rinnovare la polizza. Molte le tipologie di polizze assicurative a cui ricorrono gli italiani: polizze auto, assicurazioni viaggi, polizze vita, etc. Con il passare degli anni i costi dei premi cambiano e, spesso aumentano, per cui molto meglio informarsi bene prima di rinnovare la polizza. In ogni caso, e questo discorso vale per tutte le tipologie di assicurazioni, è opportuno evitare gli sprechi: cioè, ad esempio, non scegliere garanzie accessorie inutili che farebbero aumentare notevolmente il premio.

Inoltre, oggigiorno il web rappresenta un mezzo importante per risparmiare sulle assicurazioni, generalmente le compagnie online offrono prezzi molto più vantaggiosi di quelle tradizionali. Sempre in internet, grazie ai comparatori online, si possono confrontare un bel numero di preventivi prima di scegliere quello più conveniente. Ovviamente, la raccomandazione è quella di leggere tutte le clausole contrattuali prima della scelta definitiva, un modo per evitare beffe future.

Salvaguardare il budget 2016 è dunque un'operazione possibile, servono solo alcuni piccoli accorgimenti e la dovuta attenzione a tutti i particolari. Avere più disponibilità economica per il nuovo anno fa comodo a tutti, magari per investire gli euro risparmiati in questo modo in altre necessità o in qualche piacevole e interessante svago.





Questo è un articolo pubblicato il 26-02-2016 alle 15:39 sul giornale del 26 febbraio 2016 - 621 letture

In questo articolo si parla di economia, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/auaS