Un puzzle complicato: traslochi e risparmi per far tornare i conti

04/04/2016 - Il costo di un trasloco assomiglia molto al mercurio di un termometro, più è complicato più si impenna.

Per non far dilatare a dismisura il costo del trasloco ci sono dei piccoli trucchi che consentono di far quadrare i conti. Innanzitutto affidarsi ad una ditta specializzata non sempre è sinonimo di spesa maggiore, anche perché internet e la grande quantità di offerta sul mercato hanno livellato i prezzi verso il basso, in più sono rapidi, efficienti e non rischiate di vedere in frantumi i vostri lampadari in cristalli piuttosto che le vetrinette ed anche la tassa di occupazione del suolo pubblico (Cosap) per un breve lasso di tempo non sarà così onerosa. Il consiglio è sempre quello semplice di raffrontare almeno tre preventivi per paragonare il costo trasloco. Da non sottovalutare anche la distanza tra la vecchia e la nuova casa che incide molto sui costi.

Se invece volete provare col fai-da-te oltre a seguire la trafila per la tassa di occupazione del suolo pubblico la cui domanda deve essere portata direttamente o tramite raccomandata con avviso di ricevimento al Municipio competente con gli appositi moduli messi a disposizione dagli uffici che dal 2010 devono avere anche i riferimenti della denuncia presentata per la tassa rifiuti dovete contattare l’amministratore condominiale per seguire anche le disposizioni del regolamento di condominio e non dovrete sottovalutare i costi di imballaggio e disimballaggio e quelli orari di operai che dovrete chiamare ad aiutarvi.

In media con il fai-da-te per smontare una cucina ci vogliono almeno 300 euro, ma non improvvisatevi se non siete abituati a lavorare manualmente, visto che gli incidenti domestici sono sempre i più pericolosi. Una buona norma per far quadrare i conti può essere una via di mezzo: per contenere il costo del trasloco molte ditte propongono una soluzione ibrida. Il costo del trasloco scende se imballate personalmente i vostri effetti personali (libri, piatti, soprammobili, biancheria abiti…) e se smontate ed eventualmente rimontate i vostri mobili. Alla ditta spetteranno le norme burocratiche e il processo di caricare, trasportare e scaricare i vostri oggetti nella nuova casa preservando il tutto. Il costo scende sensibilmente anche se smontate solamente i mobili e vi affidate alla ditta per il montaggio. C’è anche una tipologia che riduce il costo del trasloco in modo significativo, la cosiddetta opzione Groupage, come succede per molti altri beni e servizi, basta non avere vincoli di date. Il costo è sicuramente competitivo se siete in più persone, un po’ come i gruppi di acquisto. Non tutte le ditte però offrono questi servizi, come sempre è bene informarsi prima.


 





Questo è un articolo pubblicato il 04-04-2016 alle 17:37 sul giornale del 04 aprile 2016 - 869 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/avu7