Roma: Internazionali BNL Italia: Djokovic ancora insuperabile sulla terra romana

ROMA - Era il quarto di finale che tutti aspettavano e non ha tradito le attese: dopo due ore e 24 minuti di gioco, Nole Djokovic supera per 7-5, 7-6 (4) Rafael Nadal in una partita ad altissimo livello. Murray, Muguruza e Serena proseguono il loro cammino. Begu continua a stupire insieme a Keys.

Non c'è alcuna ombra di dubbio: quello tra Djokovic e Nadal era lo scontro che tutti aspettavano, di cui tutti parlavano e che tutti volevano vedere. E la sfida tra il 7 campione del torneo, Nole, e il re della terra battuta (con 9 titoli vinti al Roland Garros) Rafa, non ha deluso le aspettatite. Due ore e mezza di tennis stellare, condito da colpi giocati alla massima potenza e smorzate delicate, dal tifo assordante e dal silenzio quasi reverenziale quasi dovuto davanti a due mostri sacri del tennis mondiale.

A spuntarla con il punteggio di 7-5, 7-6 è stato nuovamente il serbo che da qualche anno a questa parte sembra davvero imbattibile. Nadal ci ha provato ed ha messo in campo il suo miglior tennis di questo periodo. Certo, l'amarezza per lo spagnolo è tanta, ma lo spettacolo andato in scena oggi sul centrale del Foro Italico è anche merito suo: Rafa ha infatti spinto ogni palla, obbligando Nole ad alzare ogni volta il suo livello di gioco.

Un match talmente atteso che ha messo un po' in ombra tutti gli altri. Così, anche se un po' in sordina, Murray si è imposto su Goffin per 6-1, 7-5 e Pouille ha approfittato del ritiro di Monaco per raggiungere la sua prima semifinale in un Master 1000. In campo femminile, continua inarrestabile Garbine Muguruza che si libera di Bacsinszky per 7-5, 6-2. Madison Keys invece si impone per 6-4, 4-6 6-3 Barbara Strycova che nel match serale di mercoledì sera si era imposta con un secco 6-1, 6-0 della malcapitata Bouchard. Continua anche la sorprendente Begu che sconfigge per 6-2, 7-6 (3) Doi. Nell'ultimo match del programma diurno, Serena Williams impiega appena 50 minuti per prevalere su Kuznetsova per 6-2, 6-0.

Dopo un periodo un po' in chiaroscuro, tornano a sorridere i fratelli Bryan che superano a sopresa la coppia Murray/Soares per 6-3, 6-4. Senza problemi Hingis/Mirza che veleggiano veloce verso la semifinale imponendosi per 6-4, 6-2 contro Atawo/Spears.

Domani sarà tempo di semifinali, per poi arrivare alla finalissima di domenica che incoronerà il nuovo re e regina di Roma. Sul Centrale apre il match tra Muguruza e Keys. A seguire, il lucky looser Pouille sfida Andy Murray per continuare il sogno. Sarà poi la volta di Williams-Begu. Dalle 20.00 in poi riflettori accesi su Djocovic contro il vincente tra Nishikori e Thiem, ultimo match di giornata. Chiude il programma il match di doppio tra i fratelli Bryan e Benneteau/Vasselin. Il Pietrangeli sarà la casa del doppio con Hingis/Mirza a chiudere il programma contro la coppia formata da begy/Niculescu.





Questo è un articolo pubblicato il 13-05-2016 alle 20:04 sul giornale del 14 maggio 2016 - 1075 letture

In questo articolo si parla di sport, isabella agostinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/awVe