Il mercato delle auto usate a Roma: l’analisi degli ultimi dati

15/11/2016 - Una delle notizie che sta sorprendendo anche gli addetti ai lavori è il boom di vendita del settore auto, senza tralasciare quello dell’usato. Sembra che soprattutto a Roma il commercio di auto tra privati sia cresciuto a livelli record negli ultimi anni. Il ricambio di automobili sembra essere una delle abitudini di cui gli italiani proprio non riescono a farne a meno.

Ed è un bene per l'economia, ci dice uno dei massimi dirigenti di una nota concessionaria romana. Ad agosto di quest'anno è stata confermata la crescita delle immatricolazioni e allo stesso modo un aumento di passaggi di proprietà scaturiti dalla vendita delle autovetture di seconda mano. 

Il fenomeno dei compro auto usate
La compravendita di autoveicoli è testimoniata anche dal fatto che negli ultimi anni sono nati moltissimi siti internet che si occupano di mediazione tra privati. Infatti, vi basterà fare qualche piccola ricerca su internet per scoprire quante auto usate siano in vendita ci sono nella Capitale in questo momento. Oltre ai siti di intermediazione, negli ultimi tempi si sente sempre più parlare di siti di compro auto usate, un nuovo business che cerca di abbattere soprattutto i tempi di attesa dei venditori che in alcune circostanze possono essere anche piuttosto lunghi. Questa tipologia di siti si occupa direttamente delle trattative con i privati che intendono vendere le proprie auto. Si tratta sostanzialmente di una sorta di concessionarie online a cui si forniscono tutti i dati dell’auto che si vuole vendere e dopo qualche giorno il venditore viene ricontattato con l’offerta d’acquisto. A questo punto la proposta si può decidere di accettare o meno senza nessun costo. Il pagamento, da quello che troviamo sui vari siti specializzati, avviene in contanti, entro i limiti di legge, o con assegno.

Un po’ di dati sul mercato dell’usato
Tenendo d'occhio un po' i numeri possiamo affermare che, ad agosto di quest'anno (ultima indagine ISTAT fatta a conferma del trend annuale) i passaggi di proprietà decurtati delle "minivolture", ovvero di quei passaggi di proprietà momentanei, sono aumentati di ben il 17%. Un vero e proprio record. Considerate soltanto un dato: all'acquisto di ogni 100 auto nuove venivano fatti circa 197 passaggi di proprietà. Dunque quasi il doppio. E questo non è un dato positivo? Sicuramente lo è, e conferma, come detto sopra, la passione che gli italiani nutrono per i motori. Da agosto 2015 ad agosto 2016 il mercato delle auto usate è cresciuto dell'11.1%. Facendo un focus sulla nostra città scopriamo che le compravendite tra privati sono elevatissime. Il consiglio, in queste circostanze, è quello di affidarsi sempre a siti e persone affidabili. Infatti, la truffa è sempre dietro l'angolo. Una di quelle più utilizzate è l'assegno scoperto. Molti acquirenti firmano assegni a ridosso di festività o di week end, in modo che il venditore non possa verificare immediatamente la bontà del pagatore. Oppure se chi emette l'assegno lo fa ad altro nome adducendo scuse che si stia soltanto occupando della vendita, che lo acquisti per conto terzo. Non fidatevi, cercate sempre la linearità nella transazione. Da compratori, state attenti agli anticipi. Non fateli mai, a meno che non consigliati da esperti del settore! Oppure, per non correre rischi di alcun genere, meglio affidarsi direttamente ai siti di compro auto usate di cui vi abbiamo parlato.





Questo è un articolo pubblicato il 15-11-2016 alle 19:21 sul giornale del 15 novembre 2016 - 768 letture

In questo articolo si parla di economia, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aDvx