Spesa a domicilio? L’Italia dice sì!

31/05/2017 - Sì al fenomeno dell’e-grocery, sì alla spesa alimentare effettuata online. Secondo i dati comunicati dall’Osservatorio Netcomm, infatti, gli italiani dimostrano un’autentica passione nei confronti dell’acquisto di alimenti su Internet: un aspetto che ha ovviamente portato al successo anche le nicchie, come quella dell’alimentare online, da oggi disponibile a Roma.

Nonostante l’aumento di persone che effettuano la spesa sul web, dunque, pare proprio che questo settore debba ancora mostrare le sue carte migliori, nell’ottica di un trend destinato a salire ulteriormente nei mesi del 2017.

E-grocery: un fenomeno in continua crescita
Secondo i dati rilevati dall’Osservatorio Netcomm, in collaborazione con il Politecnico di Milano, l’e-grocery sta conoscendo un autentico momento di grazia in Italia. Soprattutto per quanto concerne il comparto della spesa alimentare online. Ed i numeri sono lì, pronti a testimoniarlo, anche per merito dell’indagine mossa da Coldiretti: nel 2016, infatti, sono stati circa 8 milioni gli italiani ad usufruire dell’acquisto di generi alimentari sul web. Di fatto, oggi alimenti come la frutta e la verdura vengono sempre più spesso comprati su Internet e non al mercato, anche per un fattore di convenienza economica. Quando poi questo vantaggio si unisce alla possibilità di farsi consegnare la spesa a domicilio, ecco che il quadro si completa: nella Capitale, ad esempio, stanno nascendo diversi e-commerce specializzati come Easycoop, che offrono l’opportunità di fare la spesa a domicilio a Roma, da casa 24 ore su 24, e di farsela consegnare porta a porta. Il che, ovviamente, riserva diversi vantaggi alle persone che scelgono di sfruttare questo servizio.

I benefici nel fare la spesa online: quali sono?
Chi fa la spesa su Internet risparmia, innanzitutto: e risparmia sia in termini di tempo che di denaro. Questo perché l’ordinazione viene fatta online sui portali dedicati, dunque non c’è alcuna necessità di recarsi al supermercato in prima persona e di perdere minuti molto preziosi. Inoltre, il risparmio in termini di denaro è altrettanto evidente: con la spesa a domicilio, si evitano tutte le spese legate ad esempio al consumo di benzina, ed è anche possibile risparmiare sull’acquisto degli alimenti, dato che nemmeno i negozi elettronici rinunciano ad una vasta gamma di offerte e di sconti, proprio come accadrebbe di norma nei supermercati. Ma i suddetti vantaggi vengono valorizzati soprattutto per le persone anziane, o per coloro che non possono uscire di casa per via di impegni familiari o lavorativi: in altri termini, è la spesa che va dal consumatore, e non il contrario.





Questo è un articolo pubblicato il 31-05-2017 alle 14:46 sul giornale del 01 giugno 2017 - 323 letture

In questo articolo si parla di redazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aJVz