Lazio, non tutto è perduto: il momento della verità

24/04/2019 - Non tutto è perduto. Nella lotta al quarto posto in Champions League sembra proprio che le squadre non vogliano prendersi l’agognata qualificazione nell’Europa che conta. Dopo l’ultima giornata di campionato, si è aperta definitivamente una bagarre che coinvolge 6 squadre per due posti in Champions, con l’Inter un po’ in vantaggio visti i 5 punti che la separano dall’accoppiata Milan-Atalanta, parimenti a quota 56.

Campagne delle occasioni sprecate

Per la Lazio di Simone Inzaghi ci sono tanti, tanti rimpianti. La clamorosa sconfitta in casa contro il Chievo retrocesso ha messo nei guai i biancocelesti, aprendo una serie di polemiche dalle quali si sono susseguiti voci incredibili, tra le quali quelle di un possibile e incredibile divorzio da Simone Inzaghi.

Nelle ultime cinque partite i bianconcelesti, che si erano rimessi in carreggiata con la straordinaria vittoria di Milano con l’Inter, hanno dilapidato quanto di buono fatto, perdendo punti in maniera assurda. Negli ultimi cinque match sono arrivati soltanto 4 punti: oltre alla sconfitta con la squadra di Di Carlo, la Lazio è uscita perdente anche dal Paolo Mazza di Ferrara con la Spal e ha raggiunto un pareggio in extremis contro il Sassuolo.

Troppo, troppo poco. Soltanto l’incapacità di chiudere il discorso da parte delle altre concorrenti non ha tolto qualsiasi speranza alla squadra capitolina, che altrimenti avrebbe come unico obiettivo quello di conquistare la Coppa Italia.

Reazione d’orgoglio

Cosa serve ora, per andare in Champions? Le due parole d’ordine sono personalità e orgoglio. Perché contro la Sampdoria, a Marassi, alla Lazio servirà una super prestazione, visto che mancheranno Milinkovic Savic e Luis Alberto, dopo i trambusti della nefasta partita contro il Chievo. Sarà un turno non semplice: la partita arriverà soltanto 4 giorni dopo l’intensissima semifinale di Coppa Italia di San Siro.

Arrivati a questo punto, però, a cinque giornate dal termine, non ci sono più né alibi che tengano: la Lazio ha bisogno di punti per poter rientrare nel novero delle favorite per il quarto posto. A inizio stagione, nessuno pensava che sarebbe stato semplice arrivare in Champions League, ma dopo un inizio promettente, gli uomini di Inzaghi avevano fatto credere a un popolo intero di potersela giocare ad armi pari.

Gli aquilotti venivano criticati perché vincevano con le piccole ma poi faticavano con le grandi: ebbene, dopo aver espugnato San Siro, questa tendenza si è invertita, anzi potrebbero essere proprio i punti persi contro le piccole a togliere il grande sogno della qualificazione in Champions.

Ora, quindi, è il momento della verità. Se la Lazio sarà in grado di sovvertire il momento negativo, potrebbe concludere la stagione regalando un grandissimo sogno ai suoi tifosi. Qualora ciò non fosse possibile, però, ci sarebbe addirittura lo spettro di un’annata al di fuori dall’Europa, Coppa Italia permettendo.






Questo è un articolo pubblicato il 24-04-2019 alle 08:05 sul giornale del 24 aprile 2019 - 18 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a636