Venerdì 31 Michele Pinto vi accompagna in un viaggio nell'Atene dei filosofi

1' di lettura 28/05/2019 - Venerdì 31 maggio alle 18:15 presso il Café Zepplin, via Cavallotti 18, Michele Pinto presenterà in anteprima il suo primo romanzo "Timoteo e Dafne" pubblicato con Ventura Edizioni. Un viaggio tra l'Atene del primo secolo e la Roma degli imperatori.

Il professor Stefano Schiavoni intervisterà l'autore.

L'attrice Catia Urbinelli del Teatro Nuovo Melograno leggerà alcuni brani del libro.

Co' Magnam Stasera? preparerà in tempo reale gli Attanitai al miele, piatto tipico della Grecia classica.

L'autore della copertina, il disegnatore Davide Baldoni, ha preparato un simpatico omaggio per i primi 20 acquirenti del libro.

Sinossi Timoteo e Dafne
Un romanzo storico, di formazione, d’amore? O forse d’avventura? Un crocevia di storie che si snodano dal porto di Atene, parlandoci di lunghe traversate per mare, di amicizie solide e di amori nascosti, ma soprattutto descrive un incontro impossibile fra due grandi spiriti, quello greco, ancora pagano, e quello cristiano. Lo scenario è quello dell’Atene e della Roma imperiale nel Primo secolo dopo Cristo. La Pax Romana si estende sul Mediterraneo, e il mare nostrum, ormai, è interamente dominato dall’Impero di Claudio. Roma è ancora pagana, ma dalla sponda orientale del regno arrivano voci di un nuovo culto straniero, e alcuni si sono già convertiti al culto di un dio che era morto in croce. Fu proprio sotto il governo di Claudio che un cives romanus seguace di questa nuova religione fece la sua apparizione nella Città eterna: era Paolo di Tarso, un rispettato funzionario dell’Impero che sulla via di Damasco ebbe una visione che segnò per sempre il suo destino.








Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 28-05-2019 alle 16:59 sul giornale del 29 maggio 2019 - 1542 letture

In questo articolo si parla di libri, cultura, senigallia, pubbliredazionale, ventura edizioni e piace a Daniele_Sole michele

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7V7

Leggi gli altri articoli della rubrica pubbliredazionale