Torre Maura, 400 famiglie senza riscaldamento

2' di lettura 11/12/2019 - Si ritorna a parlare nuovamente del popoloso quartiere di Roma est protagonista pochi mesi addietro di un lungo tira e molla con il comune di Roma a causa di alcune famiglie di zingari che erano risultate assegnatarie di alloggi popolari nel rione. Ma questa volta i room non c'entrano nulla, questa volta a tener banco è la mancata accensione dei riscaldamenti con l'arrivo dei primi freddi che hanno sferzato la capitale in questi giorni.

E già, ogni anno si assiste al ripetersi dello stesso copione nelle palazzine situate fra piazzale del Paradisee, via delle Cince e via delle Alzavole: il 15 novembre, infatti, è il giorno previsto per l'accensione dei riscaldamenti ma solo a fine mese si vede comparire sul posto il primo tecnico che, effettuato il collaudo, si accorge che le caldaie, stranamente, non funzionano. Avviamento rinviato a data da destinarsi. Ma questa procedura è nota ai residenti che da quasi dieci anni assistono impotenti a questo scempio programmatico.

Senza indugio decidono di scendere in strada per richiamare l'attenzione dei media, unico strumento efficace e veloce per la sua risoluzione del problema ed eviatando di incappare, così, nella lunga 'via crucis' burocratica del comune e della sua gestione emergenzenziale.

Del resto il sindaco Raggi ha ereditato una situazione pesante da gestire e non ha tutte le colpe del caso ad eccezione di una sola: non aver fatto nulla per rompere questo cerchio vizioso che di anno in anno non vede miglioramenti ma peggioramenti

Del resto i residenti in passato hanno tentato di contattare il Municipio VI per chiedere un intervento strutturale ma hanno sempre ricevuto risposte evasive del tipo: "Non compete a noi", oppure, "Inviamo una segnalazione (non si capisce poi a chi)" e così via e discorrendo. Ma la magia avviene quando i residenti oramai esasperati decidono di invadere le vie del quartiere. Improvvisamente arrivano Vigili urbani e Polizia che devono impedire il caos nella già caotica viabilità, televisioni locali e nazionali a dare voce a coloro che altrimenti sarebbero muti, Consiglieri Municipali che invitano una delegazione del 'Comitato inquilini' a sedere con loro per trovare una soluzione rapida.

Tutto a posto, allora? Almeno per quest'anno ma non dimantichiamo che Torre Maura non è un caso isolato ma è in buona compagnia. Infatti, il problema 'case gelate' riguarda anche il Trullo, Ponte di Nona e Spinaceto..., ma questa è un'altra storia!






Questo è un articolo pubblicato il 11-12-2019 alle 20:39 sul giornale del 12 dicembre 2019 - 50 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdXG