Autonoleggio Roma: una maniera alternativa di visitare la città eterna e la sua provincia

5' di lettura 30/06/2020 - Quando si parla di visitare Roma, l’immaginario collettivo va subito a ricercare nella propria memoria il Colosseo, il lungo Tevere, o ancora la maestosità di San Pietro. In realtà, la capitale d’Italia non è solo questo, ma offre anche molto di più: ha una provincia molto estesa e popolosa (denominata città metropolitana di Roma Capitale dal 2015) che viene spesso messa in secondo piano e che si estende fino a Ostia, toccando il mare da un lato, e il lago di Bracciano dall'altro, vero nord-ovest.

Roma: oltre al Colosseo c’è di più

Spesso e volentieri, quando si parla delle bellezze di Roma si fa riferimento soltanto a quelle architettoniche, concepite e realizzate dall’uomo. Effettivamente, la capitale d’Italia rappresenta un patrimonio non soltanto nostrano, ma mondiale per ciò che riguarda musei, terme antiche, palazzi reali, templi e opere rinascimentali. Può infatti vantare oltre 170 siti di architettura fra antico, moderno e contemporaneo, e sappiamo bene quanto ci sia ancora da “scavare” e da scoprire sotto la città eterna: strati e strati di antiche civiltà che emergono ogni qualvolta si iniziano lavori di ogni tipo nel sottosuolo romano. Quello che però viene spesso sottovalutato dai più è che la città metropolitana di Roma capitale oltre a essere la città metropolitana più popolosa d’Italia, davanti alle altre 13, con i suoi più di 4 milioni di abitanti, può annoverare delle bellezze naturali paragonabili a poche altre regioni italiane. E tali bellezze sono degne di essere esplorate e assaporate in lungo e in largo: la modalità ideale potrebbe essere rappresentata da un’auto o un camper per potersi godere a pieno ogni istante e ogni angolo di questa provincia che regala mare, colline, laghi e fiumi. Infatti, molti turisti, in particolare stranieri (inglesi e francesi), optano per un soggiorno a Roma, per poi approfondire le bellezze della sua provincia in auto spostandosi durante la giornata e ritornando nella capitale in serata. Per trovare un mezzo di trasporto basta dunque digitare in rete noleggio Roma e si ha veramente l’imbarazzo della scelta.

L’acqua nella città metropolitana di Roma

Anche in termini di rapporto con l’acqua, quando si pensa alla città di Roma ci viene in mente solo ed esclusivamente il fiume Tevere, un corso d’acqua che ha avuto un’importanza commerciale pari a altri grandi fiumi dell’umanità come il Nilo e il Tigri e l’Eufrate, o la Senna. Ma nella provincia di Roma sono tante le fonti d’acqua che contribuiscono a rendere meravigliosa la vegetazione e la biodiversità. Si contano ben sette fiumi di media portata, oltre al già famoso fiume Aniene, che rappresenta il secondo fiume della città metropolitana per grandezza e importanza: lungo 99 chilometri, dà vita alla valle che prende il nome dallo stesso fiume. In particolare ricordiamo il fiume Asturia, lungo circa 18 chilometri che sfocia nel mar Tirreno e dà il nome all’omonima torre sita a Nettuno, che segna il confine geografico con la provincia di Latina sul litorale. Per non parlare dei laghi: nella città metropolitana si trovano tre dei cinque principali laghi della regione Lazio e cioè il lago di Bracciano, il lago Albano che “bagna” la residenza estiva del Papa di Castel Gandolfo e il lago di Nemi. Altri laghi minori sono quelli di Giulianello, detto anche lago Torre, il lago di Martignano e lago Lagustelli. Non è presente solo l’acqua dolce nella città metropolitana, bensì Roma è bagnata anche dal mar Tirreno. Il litorale della città metropolitana si estende per ben 133 km partendo da Torre Astura (Nettuno), arrivando fino a Civitavecchia. Famose le spiagge di Anzio, Nettuno, Ladispoli e del Lido di Ostia, che rappresentano le mete marittime della popolazione romana. Molto importante è anche il porto di Civitavecchia da cui partono navi e traghetti per la Spagna, Sicilia, Sardegna, Malta e Africa Nord Occidentale; per tutte queste mete si può anche imbarcare il proprio mezzo, auto, camper o scooter che sia. Per completare con le bellezze naturali presenti nella città metropolitana di Roma, non si possono dimenticare le riserve naturali sul territorio romano. Sono infatti oltre 30, disseminate nella provincia romana, e regalano una varietà di flora e fauna unica e che incoraggia l’esplorazione e la fantasia dei turisti.

Se si ha un po’ più di tempo a disposizione, un viaggio a Roma può diventare una vera e propria occasione per esplorare anche la fauna e la flora che questa provincia offre in poco più di 5000 km quadrati di estensione, percorribili tutti in auto considerando che l’intero litorale romano che va da Civitavecchia a Torre Astura e si può attraversare in un’ora e 45 minuti di guida. Siamo sicuri che a ogni tappa ci sarà qualcosa da fotografare, una spiaggia in cui rilassarsi o un parco naturale in cui perdersi per un pic-nic o una passeggiata. L’Italia non è solo bellezze architettoniche e questo vale anche per Roma e la sua provincia, ma i turisti stranieri lo sanno già da diversi anni.








Questo è un articolo pubblicato il 30-06-2020 alle 17:53 sul giornale del 30 giugno 2020 - 23 letture

In questo articolo si parla di redazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bptg