"La Sapienza" di Roma, con Pisa e Milano, tra le migliori Università del mondo, secondo l'importante classifica internazionale ARWU

2' di lettura 10/09/2020 - Buone notizie per l' Università Roma 1, la mitica "Sapienza", dopo decenni di dequalificazione e degrado organizzativo; e, dopo esser stata, suo malgrado, teatro di occupazioni anche violente e di casi di omicidio, dalla morte del giovane studente Paolo Rossi (1966) sino al caso Marta Russo (1997). Da alcuni anni, le quotazioni dello storico Ateneo di Roma erano andate migliorando, con importanti riconoscimenti internazionali: ora - informa l' ANSA - La Sapienza si conferma tra le migliori Università al mondo nell'Academic Ranking of World Universities 2020 (ARWU), classifica delle 1000 Università eccellenti a livello globale che è stata pubblicata recentemente a cura dello Shanghai Ranking Consultancy, organizzazione internazionale indipendente di ricerca sul livello dell'istruzione superiore nei vari Paesi del mondo, e che abbiamo potuto consultare.

  • L'Ateneo, informa una nota de La Sapienza, stessa, si colloca sul podio delle università italiane nel range 151-200. Nella stessa fascia le Università di Pisa e di Milano. Seguono nel range 201-300 il Politecnico di Milano, e le Università di Bologna, Padova e Torino.

    Chiaramente, nella definizione delle classifiche dello Shangai entrano in ballo diversi parametri: il livello obbiettivo dei singoli corsi di laurea e il loro effettivo raccordo col mondo del lavoro, il rapporto, in percentuale, tra laureati annuali di ogni Università e (per quanto possibile verificare)loro inserimento occupazionale, gli spazi realmente disponibili per fare lezione , la disponibilità di laboratori per esercitazioni e strutture per la ricerca,ecc...
    Complessivamente sono 46 gli Atenei del Paese nelle prime 1000 posizioni su oltre 2000 università censite e su oltre 18.000 stimate nel mondo. "La Sapienza conferma il suo prestigio nel panorama internazionale, raggiungendo un risultato importante per un ateneo pubblico dai grandi numeri e con una vocazione generalista come il nostro",, ha commentato il Rettore Eugenio Gaudio. "Il risultato è complessivamente positivo per tutto il sistema universitario italiano: che, anche se non è rappresentato nelle prime 150 posizioni monopolizzate dalle ricche università anglosassoni, vede più dei 2/3 degli atenei del Paese (42 su 67 statali, oltre a 4 atenei privati) nelle prime 1000...mondiali".



di Fabrizio Federici
redazione@vivereroma.org





Questo è un articolo pubblicato il 10-09-2020 alle 21:28 sul giornale del 11 settembre 2020 - 194 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bvEm