statistiche sito

Manifestazione per il Darfur davanti all\'ambasciata del Sudan

1' di lettura 15/07/2008 - Lunedì si è svolta una manifestazione a sostegno della richiesta di incriminazione del presidente del Sudan, ritenuto responsabile di crimini di guerra in Darfur.

La comunità darfuriana in Italia e l\'associazione \'Italians for Darfur\' hanno organizzato un presidio di fronte all\'ambasciata sudanese.


All\'iniziativa hanno aderito i Radicali Italiani. Il Partito radicale transnazionale non violento, l\'Unione dei giovani ebrei italiani, i Riformatori liberali. Erano inoltre presenti il senatore Marco Perduca del Pd, il presidente di Nessuno tocchi Caino Sergio D\'Elia e il presidente dell\'Ugei Daniele Nahum.


\'\'Sosteniamo l\'azione del procuratore capo della Corte Penale Internazionale dell\'Aia, Luis Moreno-Ocampo - afferma il presidente di \'Italians for Darfur\' Antonella Napoli - che oggi ha presentato alla Tribunale penale internazionale dell\'Aja le conclusioni di mesi di indagini sui crimini di guerra e contro l\'umanita\' commessi in Darfur, chiedendo mandati di arresto per alcuni esponenti del governo di Khartoum, tra cui il Presidente Omar Al-Bashir, accusato di essere l\'ispiratore del genocidio in atto nella regione. Chiediamo all\'Unione Europea di continuare a dare un sostegno forte al lavoro di Ocampo mantenendo fede a quanto dichiarato dal presidente del Consiglio dei 27, ovvero che saranno \'\'considerate ulteriori misure contro il governo del Sudan in caso di mancanza di conformita\' con il lavoro del Tpi\".\".






Questo è un articolo pubblicato il 15-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 15 luglio 2008 - 1315 letture

In questo articolo si parla di attualità, giacomo campanile, Darfur, Sudan





logoEV
logoEV
logoEV