statistiche sito

Via libera alla demolizione del Velodromo

1' di lettura 25/07/2008 -

L\'autorità giudiziaria ha dato l\'autorizzazione alla demolizione del Velodromo dell\'Eur. La demolizione era prevista per il 23 luglio alle 14,00, ma l\'autorità giudiziaria aveva bloccato tutto. L\'area è stata sorvegliata 24 ore su 24 perché le cariche di tritolo già sistemate la rendevano particolarmente pericolosa.



La Eur Spa, ente proprietario dell\'area sul quale sorge il Velodromo dell\'Eur, ha fatto sapere che l\'autorità giudiziaria ha dato il via libera per la demolizione della struttura con un\'esplosione controllata.

Il sostituto procuratore Giovanni Di Leo aveva fatto tagliare le micce degli esplosivi, per evitare il pericolo di uno scoppio che poteva essere provocato dalle alte temperature. Il magistrato si era preso 48 ore di tempo da ieri per analizzare la documentazione di Eur spa, decisa a far implodere la struttura.

Alle 17 gli artificieri hanno fatto brillare le 1.800 cariche esplosive già posizionate all\'interno della struttura.

Nell\'area dovrebbe sorgere la \"Cittadella dell\'acqua e dello sport\", un centro multifunzionale a carattere sportivo e ricreativo dedicato soprattutto agli sport acquatici e ad attività indoor e fitness. L\'area ospiterà inoltre un polo medico per la riabilitazione sportiva e per le persone con ridotta capacità motoria.






Questo è un articolo pubblicato il 25-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 25 luglio 2008 - 972 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, Cinzia Mazzarini





logoEV
logoEV
logoEV