Luci accese al Colosseo per la morte di Solgenitsyn

1' di lettura 05/08/2008 -

È deceduto alle 21,45 (ora italiana) di domenica 3 agosto per insufficienza cardiaca nella sua dacia alle porte di Mosca lo scrittore russo Alexander Isaevich Solgenitsyn all\'età di 89 anni. Premio Nobel per la letteratura nel 1970, Solgenitsin legò la sua fama all\'Arcipelago Gulag, la descrizione del sistema concentrazionario dell\'Unione sovietica.



Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno afferma: \"La scomparsa di Alexander Solgenitsyn e\' un grave lutto non solo per la cultura mondiale, ma per la democrazia\'\'. Ed aggiunge: \'\'Con la morte del noto dissidente russo, Nobel per la letteratura, se ne va uno dei piu\' importanti testimoni del XX Secolo, un uomo di straordinario valore e coraggio che ha dedicato la sua vita all\'affermazione dei diritti dell\'uomo contro gli orrori dei Gulag, del regime sovietico e piu\' in generale di tutti i totalitarismi. Un esempio di eroe moderno, che ha lottato a fianco dei deboli, degli oppressi e comunque di coloro che sono senza diritto di parola, alla stregua di quanti, in battaglie spesso solitarie, mai si sono arresi alla logica della sopraffazione. Per ricordare Solgenitsyn e il suo impegno, questa sera saranno accese le luci del Colosseo\'\'.






Questo è un articolo pubblicato il 05-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 05 agosto 2008 - 988 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, Cinzia Mazzarini, alexander isaevich solgenitsyn, colosseo





logoEV