Pincio é monumento storico, va tutelato. No al parcheggio.

2' di lettura 06/09/2008 - Tre saggi su cinque della Commissione voluta dal sindaco Gianni Alemanno sono contrari al progetto di realizzare un parcheggio al Pincio con 726 posti auto. I ritrovamenti archeologici hanno fatto pensare a uno spostamento del parcheggio. La decisione finale spetterà
alla giunta capitolina la prossima settimana. Saranno fondamentali le conseguenze giuridiche di un mancato completamento dei lavori e l\'ipotesi di danno erariale.


Contraria al progetto invece Marina Mattei, direttore del Palazzo
nuovo ai Musei Capitolini, secondo la quale «il Pincio, nel suo insieme, è una testimonianza archeologica, storica e monumentale fondamentale per la storia di Roma». Giorgio Muratore, docente di architettura dice no, parla di «progetto messo in discussione dalla scoperta di reperti archeologici» e che quindi dovrebbe essere modificato. E sottolinea che secondo il nuovo codice dei beni culturali «non deve essere tutelato solo un muro ma tutto l\'insieme perchè monumento storico». La decisione è rimandata alla settimana prossima quando i tre sì e i due no della commissione verranno sottoposti alla giunta capitolina.
Se passasse il \"no\" si profila l\'ipotesi di risarcire la ditta che ha svolto i lavori e che ha già rimosso circa 40-50 metri cubi di terreno. E se la ditta si rivolgesse alla magistratura potrebbe
configurarsi un danno erariale oltre ad una responsabilità giuridica del Comune. Ricorso che però apparirebbe infondato qualora il ritrovamento di beni archeologici fosse considerato un valido motivo dal punto di vista giuridico per rescindere il contratto. La gente sente il parcheggio come un`offesa al patrimonio artistico romano, e al colle più bello di Roma dal punto di vista architettonico, storico e monumentale. Secondo l\'opinione pubblica lo \"scempio\" del Pincio rappresenta un crimine contro la nostra arte e la nostra cultura. Invece altri pensano a una classica speculazione economica. Quanto costeranno i parcheggi? Chi potrà comprarli? E poi a che serve un parcheggio quando a 300 metri c\'é il parcheggio di villa Borghese vuoto da sempre e costato un occhio al comune? Per non parlare del parcheggio sulla circonvallazione cornelia mai aperto e costato due occhi?






Questo è un articolo pubblicato il 06-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 06 settembre 2008 - 872 letture

In questo articolo si parla di attualità, giacomo campanile, roma





logoEV