Il Telescopio di Galileo. Lo strumento che ha cambiato il mondo

1' di lettura 29/10/2009 - Grazie a Galileo Galilei, tra l’estate e l’autunno del 1609 l’universo assume d’un tratto una fisionomia completamente nuova. Il cannocchiale consente infatti a Galileo di confermare le rivoluzionarie teorie di Nicolò Copernico: la Terra non è immobile al centro dell’universo, ma ruota su se stessa e orbita intorno al Sole. È l’annuncio di un’astronomia e di una visione del mondo destinate a provocare sconvolgimenti straordinari.




A 400 anni di distanza da quei giorni epocali, l’Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze ha dedicato al telescopio di Galileo e alle osservazioni celesti dello scienziato toscano, una mostra spettacolare, presentata per la prima volta a Firenze (4 marzo 2008 – 31 gennaio 2009) e successivamente allestita a Pechino, Filadelfia e Stoccolma con grande successo.
L’esposizione sarà proposta al pubblico romano dal 31 ottobre 2009 al 6 gennaio 2010 nella sede di Palazzo Incontro, per iniziativa della Provincia di Roma, organizzata in collaborazione con Civita e Opera Laboratori Fiorentini.

In mostra vengono presentati fedeli repliche di antichi strumenti oltre a importanti documenti e manoscritti.
Ne risulta un appassionante viaggio nel tempo e nell’universo. 

Luogo: Palazzo Incontro (Via dei Prefetti 22 - Roma 00186)
Orari: Tutti i giorni dalle 9 alle 19 – lunedì chiuso
Ingresso libero







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2009 alle 23:01 sul giornale del 30 ottobre 2009 - 1041 letture

In questo articolo si parla di cultura, roma, galileo galilei, provincia di roma





logoEV