Concerto per il bicentenario della nascita di Felix Mendelssohn-Bartholdy

2' di lettura 20/11/2009 - Sabato 21 novembre 2009 ore 16, Basilica di Sant\'Ignazio di Loyola in Campo Marzio. Concerto per il bicentenario della nascita di Felix Mendelssohn-Bartholdy promosso e offerto da palatia Classic, il Festival Internazionale di Musica Classica del Palatinato (Germania). VIII Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra



Ecco i musicisti: Palatia Classic Vocal Ensemble,cPalatia Classic Brass Ensemble, Laura Vukobratovic, tromba. Ingrid Paul, flauto dolce, Leo Krämer, organo e direzione
Giovanni Gabrieli, Deus in Adjutorium per coro, fiati e organo. 12 per fiati e organo
Felix Mendelssohn-Bartholdy, Due mottetti per coro femminile e organo
Johann Sebastian Bach, Concerto in re maggiore per tromba e organo
Felix Mendelssohn-Bartholdy, Tre preludi per organo op. 37 
Antonio Vivaldi, Concerto in do maggiore per flauto e organo 
Jeremiah Clarke, Trumpet Voluntary per fiati e improvvisazione d\'organo 
Felix Mendelssohn-Bartholdy, Salmo 100 \"Jauchzet dem Herrn alle Welt\" per coro, fiati e organo
Padre Giovanni Battista Martini, Adagio per tromba e organo

Felix Mendelssohn-Bartholdy, Andante e Finale dalla Sinfonia n. 5 per fiati e organo 

All\'ottavo anno e queste parole di Papa Benedetto XVI sulla musica rispecchiano esattamente l’intenzione della Fondazione Pro Musica e Arte Sacra e del Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra. Desideriamo offrire ai partecipanti del Festival la possibilità unica di \"alzare lo sguardo verso l\'Alto ed ad aprirsi al Bene e al Bello\". Perciò ogni anno in autunno complessi artistici celeberrimi, primi fra tutti i Wiener Philharmoniker, orchestra in residenza del Festival, eseguono i più famosi capolavori della musica sacra in un contesto straordinario come le Basiliche Patriarcali di Roma. In questi luoghi la musica, l’espressione della geniale creatività artistica, da sempre in continua ricerca della divina perfezione, si unisce con la percezione spirituale tutta personale della singola persona, in ricerca del divino in se stesso. Il Festival oltre a proporre un arricchimento personale, spirituale e culturale vuole essere un ringraziamento ai sostenitori della Fondazione Pro Musica e Arte Sacra. Con il loro impegno finanziario sostengono la Fondazione nel raggiungimento delle sue finalità istituzionali e pertanto aiutano a diffondere la musica sacra ed a conservare quei meravigliosi beni artistici che fanno parte del patrimonio dell’umanità.


 






Questo è un articolo pubblicato il 20-11-2009 alle 21:03 sul giornale del 21 novembre 2009 - 1119 letture

In questo articolo si parla di cultura, giacomo campanile, Felix Mendelssohn-Bartholdy Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra





logoEV