Il futuro incerto della Biblioteca alla Borghesiana, l\'intervento della Aprile

1' di lettura 05/02/2010 -

La responsabile per l\'VIII Municipio dell\'Italia dei Diritti: \"Esorto l\'istituzione Biblioteche del Comune di Roma a utilizzare i soldi stanziati per realizzare il progetto iniziale\"



\"Chiedo certezze sulle sorti della Biblioteca Centro Culturale Borghesiana\". Queste le prime parole della responsabile per l\'VIII Municipio di Roma dell\'Italia dei Diritti Antonella Aprile che denuncia la riduzione dei locali dell\'unica biblioteca del sud est della Capitale.

Tale preoccupazione nasce a seguito dell\'idea, manifestata dal Presidente del Municipio Massimiliano Lorenzotti del PdL, dicedere la metà della struttura bibliotecaria all\'ASL RM B per la realizzazione di un punto prelievi.

Spiega l\'esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro: \"Non sono assolutamente contraria alla realizzazione di un servizio sanitario presso la Borghesiana, tuttavia non lo si può creare a discapito della cultura in un territorio in cui la biblioteca rappresenta uno dei pochissimi centri di aggregazione. I soldi stanziati per la realizzazione di una sala multimediale con otto computer, una nuova sala ragazzi e una per conferenze, mostre e proiezioni potrebbero essere utilizzati per gli obiettivi previsti. Allo stesso tempo esorto il presidenteLorenzotti a individuare ulteriori spazi per portare a termine il progetto sanitario. Giornalmente - conclude la Aprile - i residenti della periferia si scontrano con delle realtà che li fanno sentire cittadini di serie B, almeno per questa volta facciamolisentire meno distanti dal centro. In fondo quello che chiedono è soltanto cultura. A tal proposito significativa è la raccolta firme e la mobilitazione degli studenti della scuola Marco Polo della Borghesiana\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-02-2010 alle 14:48 sul giornale del 06 febbraio 2010 - 1118 letture

In questo articolo si parla di politica, roma, biblioteca borghesiana