Roma: sequestrati manifesti con il Duce

1' di lettura 25/04/2010 -

Dopo le scritte fasciste contro i partigiani apparse sulla tangenziale Est, domenica circa 4.000 manifesti con l’effige del «Duce Mussolini» sono stati sequestrati dalla Digos nella Capitale, in via XXI Aprile. Sequestrati 4 mila cartelloni. Denunciate 17 persone, tra loro un militante di Forza Nuova. L'accusa è apologia del fascismo.



La foto di Benito Mussolini con il saluto romano mentre sorride e sopra una didascalia: '25 aprile' e una frase: "Un'idea è al tramonto, quando più nessuno capace di difenderla...".

Fermate ed identificate 17 persone, tutte munite di materiale per effettuare attacchinaggio, con circa 2.000 manifesti, della misura di 140 x 100.

Sul posto è intervenuto anche personale della Digos che ha riconosciuto e identificato A. M., di anni 30, noto estremista di destra, militante del movimento Forza Nuova, già denunciato per scontri tra elementi di opposte fazioni politiche.

Successivamente e' stato perquisito un magazzino, sulla stessa via, utilizzato dal militante di Forza Nuova, dove sono stati sequestrati altri 2.000 manifesti.






Questo è un articolo pubblicato il 25-04-2010 alle 16:16 sul giornale del 26 aprile 2010 - 2014 letture

In questo articolo si parla di politica, roma, giulia angeletti, manifesti, apologia al fascismo





logoEV
logoEV