Bocciato il bilancio preventivo dell’Ordine degli avvocati di Roma

avvocato 1' di lettura 13/05/2010 -

Per la prima volta l’Assemblea dell’Ordine degli avvocati di Roma non ha approvato il bilancio preventivo predisposto dall’attuale maggioranza Consiliare.

L’avvocato Antonino Galletti denuncia gli sprechi e chiede la revisione del bilancio.



Il motivo principale della bocciatura è stata l’accusa di sprechi mossa dall’Assemblea. Il bilancio del 2010 presenta, infatti, cifre fortemente maggiorate rispetto all’anno precedente, in alcuni casi quasi raddoppiate. Ad esempio la voce di rimborsi di spese ai componenti del Consiglio è passata da euro 19.761,14 a euro 50.000,00, o la voce di spesa per rilegatura libri, indicata in euro 15.000,00, nel Conto Consuntivo per l’anno 2009 risultava di 5.901,24.

L’Assemblea chiede, anche in considerazione dell’attuale stato di crisi a livello mondiale, di ridurre coscienziosamente talune poste che apparivano sproporzionate o inutilmente onerose.

“L’Assemblea dispone la complessiva riduzione del totale delle uscite del Bilancio Preventivo per l’anno 2010. – ha dichiarato l’avvocato Antonino Galletti – Molte delle voci in uscita sono eccessive e ingiustificabili. Chiediamo, pertanto, la revisione del bilancio stesso alla luce delle nostre indicazioni, determinando, così, il risparmio per l’avvocatura romana di circa 565 mila euro, con riduzione della contribuzione a carico di ogni iscritto di circa 25 euro. Soltanto allora voteremo in senso favorevole, a beneficio della nostra Comunità e di noi stessi.”

L’appello dell’Assemblea è il primo passo verso un’amministrazione più controllata dell’ordine dei giornalisti ed un primo passo verso la trasparenza ed una gestione responsabile in periodo di crisi come quello attuale.



Ufficio Stampa In Media Res






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2010 alle 21:24 sul giornale del 14 maggio 2010 - 927 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, Cinzia Mazzarini, Ordine degli Avvocati