Dogana di Pomezia: l’Agenzia delle Dogane si sta muovendo

2' di lettura 19/05/2010 - Siamo venuti a conoscenza che  la Direzione Centrale Accertamento e Controlli  dell’Agenzia delle Dogane si è impegnata affinchè sia installato  lo scanner presso la SOT di Pomezia nel più breve tempo possibile

Detta apparecchiatura potrà essere utilizzato per il monitoraggio e il controllo dei contenitori in transito permettendo di facilitare il contrasto ai traffici illeciti, rendendo visibile sul monitor degli addetti al controllo la forma delle merci contenute, la quale dovrà essere ovviamente compatibile con quanto dichiarato sul documento di accompagnamento, e lo stesso consentirà di individuare merci anche di piccole dimensioni, evitando così lo scaricamento totale del carico.

L’Agenzia delle Dogane sembra intenzionata a voler rispondere positivamente alle problematiche dei colleghi che operano presso gli uffici di Pomezia, i quali sono in attesa, altresì, del giusto riconoscimento dei disagi lavorativi a cui sono sottoposti quotidianamente; si pensi solo al fatto che l’ufficio non è collegato in alcun modo con mezzi pubblici e la fermata di linea più vicina risulta distante circa un chilometro e mezzo; inoltre non è previsto, all’interno del terminal, alcun servizio mensa o servizio bar pertanto per la pausa caffè, o si rinuncia alla stessa o si deve uscire dall’ufficio, con successivo recupero non certo breve dell’assenza .

A quanto sopra si associ il rischio ed il rumore cui il personale è sottoposto quotidianamente , dovendo svolgere la propria attività in un terminal ferroviario, in cui circolano treni e camions porta containers.

Nel frattempo siamo ancora in attesa sia dell’assegnazione di nuovo personale che, approfittando della mobilità regionale in atto, andrà a sopperire le attività doganali e l’aumento delle attività presso l’aeroporto di Pratica di Mare, sia della definizione dell’accordo tra la FS Logistica e l’Agenzia delle Dogane per i nuovi locali.

Alla luce di tutto ciò , fermo restando lo stato di agitazione del personale, restiamo sempre vigili, attenti e pronti ad organizzare una forte dimostrazione di protesta se non si avranno soluzioni risolutive per ciò che ancora la Dogana di Pomezia richiede.


UIL Dogane Lazio






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-05-2010 alle 15:48 sul giornale del 20 maggio 2010 - 730 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, dogane