Aumento dei pedaggi autostradali. Roma particolarmente interessata

2' di lettura 30/06/2010 -

 

Gli automobilisti romani si troveranno da oggi, primo luglio 2010, a dover pagare per transitare sulla Roma-Fiumicino e nei tratti da e per la capitale della A1.



Si pagherà direttamente alle barriere: al casello di Fiano per chi viene dall’uscita Roma Nord dell’Autosole, al casello di Roma Sud per chi viene dall’A1 da Napoli. Altro tratto interessato il casello di uscita della Civitavecchia-Roma dove ora si paga in due punti. Di fatto si pagherà in maniera generalizzata un rincaro di 1 o 2 euro e applicato direttamente a tutti gli automobilisti anche a quelli che percorreranno tratte brevi.

Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno ci consola affermando che, in effetti, “il Grande raccordo anulare resterà libero da pedaggio, per cui i romani che lo utilizzano non dovranno pagare nulla".

Enrico Gasbarra, deputato del Pd e ex presidente della Regione Lazio afferma che “ Roma non è e non può essere una sorta di magica 'slot machine' che serve a chi governa per fare cassa, per cui basta pigiare un tasto e far scendere milioni di euro ai danni di cittadini, pendolari, lavoratori, imprese. I provvedimenti previsti dal primo luglio anche se verrà escluso il Gra sono balzelli medioevali che vanno fermati".


"Il nuovo pedaggio rappresenta un duplice tradimento - insistente Enrico Gasbarra - sia perché non andrà a migliorare le infrastrutture, né la sicurezza, sia perché dopo tante parole, nei fatti il sindaco di Roma e il presidente della Regione Lazio piegano sempre la testa ai voleri del governo e tartassano i cittadini, le imprese e il turismo".

In effetti sono molti i pendolari romani che ogni giorno, percorrendo per lavoro le tratte interessate, si troveranno a dover sostenere un forte rincaro dei costi.






Questo è un articolo pubblicato il 30-06-2010 alle 16:09 sul giornale del 01 luglio 2010 - 1111 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, aumento prezzi, Cinzia Mazzarini, autostrade

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Hm





logoEV