Roma Capitale. Unanimità al Consiglio Comunale

1' di lettura 20/07/2010 -

 

Il primo decreto legislativo su Roma Capitale è stato approvato con voto unanime dal Consiglio Comunale.

Destra e sinistra si sono trovate per la prima volta d’accordo per  «dare giusta rappresentanza a una città con tre milioni di abitanti e la dignità che merita la Capitale d´Italia».



"Un risultato unitario", ha evidenziato il sindaco Gianni Alemanno, "che sottolinea l'importanza delle riforme condivise" e che rappresenta un importante passo in avanti per Roma verso il pieno status di Capitale.

Nel testo approvato sono presenti alcune modifiche rispetto a quello proposto: 60 consiglieri, e non 48, per la nuova "Assemblea Capitolina" (futura erede del Consiglio Comunale); 15 assessori e non 12 (pari sempre a un quarto dei consiglieri); numero dei Municipi non più fissato rigidamente in 12 ma determinato dallo Statuto (probabilmente 15, ma comunque in misura inferiore all'attuale).

Il Sindaco si augura che il Governo approvi gli emendamenti al decreto entro il prossimo 20 settembre, data del 140° anniversario di Roma Capitale che sarà celebrato con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

«Chiederò al consiglio comunale di conferire in quella data la cittadinanza onoraria a Giorgio Napolitano – afferma Alemanno - sarà lui il primo cittadino onorario di Roma capitale».

Prima della nuova approvazione del goveno, il decreto dovrà avere l'ok di Regione e Provincia (entro il 26 luglio) e quello di tutte le altre Regioni in sede di Conferenza Unificata.

La trasformazione del Comune di Roma nell'ente Roma Capitale dovrà essere completata entro maggio 2011.






Questo è un articolo pubblicato il 20-07-2010 alle 15:20 sul giornale del 21 luglio 2010 - 796 letture

In questo articolo si parla di politica, roma, Cinzia Mazzarini, roma capitale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/apw





logoEV