Stato di agitazione del personale delle Dogane all’aeroporto di Fiumicino

2' di lettura 21/07/2010 -

 

Contro la pervicace e palese strategia  volta a ”consegnare” ad altri enti il totale controllo e le attività delle postazioni  doganali  dell’Ufficio Viaggiatori dell’Aeroporto di Fiumicino, per CGILFP UILPA SALFI RDB è stato superato ogni  limite.



Ancora una volta, proprio nel periodo più impegnativo per i controlli doganali e della sicurezza tributaria di confine, stante il periodo estivo oramai avviato che porta il numero dei passeggeri, secondo l’ENAV, da 30-50mila a 130-150mila giornalieri, il direttore dell’Ufficio delle dogane di roma2 interviene per “togliere temporaneamente fino a Dicembre” (!!) funzionari capaci ed esperti.

per l’incosciente indifferenza nella tutela della salute del personale e nell’igiene dei posti di lavoro, visto che dal Maggio 2006 (DUEMILASEI!!) i rappresentanti dei lavoratori di Roma 2 attendono ancora risposta alla formale richiesta di completa documentazione sanitaria che dimostri l’idoneità degli ambienti di lavoro, con particolare riferimento al micro-clima;

per la continua erosione, malgrado la gravissima carenza già in atto, di personale preparato, solo a volte sostituito da nuovi arrivati totalmente inesperti, provenienti spesso da Enti e Uffici non doganali, privi quindi di ogni elementare conoscenza del lavoro e mai messo nelle condizioni di avere una formazione univoca, ufficiale e formale;

Per continuare a mantenere gli uffici operativi senza mezzi idonei, senza supporti informatici in linea, senza l’indispensabile possibilità per tutto il personale di potersi collegare ad internet, con annose promesse di idonea cartellonistica internazionale.

Contro il metodo autoritario di gestione che vuole prescindere continuamente dal rispetto del Ruolo dei Rappresentanti del Personale. In particolare quando le iniziative riguardano la mobilità del lavoratori, esse sono comunque materia nella quale le Organizzazioni Sindacali devono essere coinvolte !!

chiedono di conoscere una volta per tutte quale sia la strategia di gestione dell’Ufficio delle Dogane del più importante aeroporto del Paese e se vi siano nuove strategie dell’Agenzia volte all’annullamento della presenza della Dogana presso l’Aeroporto Leonardo da Vinci.

Queste Organizzazioni Sindacali proclamano uno specifico STATO DI AGITAZIONE del personale in servizio presso l’Aerostazione per protesta contro le penalizzanti iniziative nei loro confronti poste in essere dal Direttore dell’Ufficio delle Dogane di Roma 2 .

CGIL FP UIL PA CONFSAL/SALFI RDB PI

R. Lollobrigida V. Tisba F. Gafforio A. Adornato


da UIL - Agenzia delle Dogane
Segreteria Regionale Lazio






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-07-2010 alle 02:29 sul giornale del 22 luglio 2010 - 753 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, uil, lazio, fiumicino, dogane

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/arP





logoEV