Presentato il bando pubblico per il restauro del Colosseo

6' di lettura 28/07/2010 -

Un restauro da 25 milioni di euro completamente finanziato da sponsor privati, che potranno rispondere ad un avviso pubblico per poter promuovere la loro immagine mettendo la loro firma sulla riqualificazione di un monumento tra i più importanti al mondo.



Il ministro per i Beni Culturali, Sandro Bondi, e il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, hanno presentato durante la conferenza stampa tenutasi il 28 luglio il progetto per il restauro del Colosseo, la cui attuazione sara' preceduta da un bando per la ricerca di finanziatori privati. Questi ultimi potranno presentare le loro offerte dal 4 agosto al 15 settembre, valutando i singoli ambiti di intervento e la possibilita' di promuovere la propria immagine secondo modalita' compatibili con il valore e il decoro del Colosseo: sara' ad esempio esclusa l'affissione di messaggi pubblicitari sui ponteggi. Il piano degli interventi da 25 milioni di euro, elaborato dal commissario e dalla soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma, rendera' visitabili tutti i cinque livelli del Colosseo, anche quello sotterraneo. Il restauro riguardera': il prospetto settentrionale e meridionale, la sostituzione delle chiusure dei fornici del I ordine con cancellate appositamente realizzate, la revisione e il consolidamento degli ipogei, l'illuminazione, la realizzazione di un centro servizi all'esterno del monumento, su unn terrapieno di 1500 mq dovre saranno ospitati bagni, caffe', bookshop ed altri esercizi.

Il Piano degli interventi predisposto dal Commissario e dalla Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma è organizzato nei seguenti ambiti omogenei, per la realizzazione dei quali il Bando invita a presentare offerte di sponsorizzazione:

• Il restauro del prospetto settentrionale
• Il restauro del prospetto meridionale
• La sostituzione delle chiusure dei fornici del I ordine con cancellate (attualmente sono realizzate con il sistema del tubo-giunto)
• La revisione e il restauro degli ambulacri del I e II ordine
• La revisione, il restauro e il consolidamento degli ipogei
• L’adeguamento e l’integrazione degli impianti (elettrico, videosorveglianza, di allarme, ecc.)
• L’illuminazione
• La realizzazione di un nuovo Centro Servizi nella piazza del Colosseo (circa 1.500 mq)

L’importo complessivo delle risorse necessarie è pari a 25 milioni di euro: cifra, questa, che tuttavia non ricomprende l’illuminazione del monumento che potrà essere quotata soltanto a conclusione del progetto di illuminazione del Foro Romano con il quale si pone in continuità.
I progetti preliminari di ogni intervento sono stati elaborati dalla Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma. La progettazione dei prospetti – concordata con l’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro – prosegue il lavoro che fu realizzato negli anni ’90 con i finanziamenti della Banca di Roma.

L’Avviso pubblico invita a presentare le offerte dal 4 agosto al 15 settembre 2010. Gli interessati valuteranno i singoli ambiti di intervento e la possibilità di promuovere la propria immagine secondo modalità, descritte nel Bando, compatibili con il valore e il decoro del Colosseo.
L’approccio suggerito è innovativo e non invasivo. Non sarà ammissibile l’affissione di messaggi pubblicitari sui ponteggi e sarà preferito un coordinamento di iniziative chiamate a pubblicizzare la sponsorizzazione. Il messaggio, in ogni caso, dovrà contribuire anche a mettere in luce la valenza culturale dell’intervento conservativo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2010 alle 22:16 sul giornale del 29 luglio 2010 - 820 letture

In questo articolo si parla di cultura, colosseo, Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aIA





logoEV