Roma: anconetano spara alla moglie poi si suicida

carabinieri generico 1' di lettura 20/08/2010 -

Non erano ancora le 13 del 20 agosto quando ad Ardea, sul litorale romano, si è consumata la tragedia: un uomo, originario di Ancona, ha sparato alla moglie per poi suicidarsi. Morta subito la donna, mentre l'agonia dell'uomo è stata più lenta, sarebbe infatti morto dopo l'arrivo dei carabinieri.



La donna era romana e aveva 47 anni, mentre l'uomo era di 15 anni più anziano di lei. I due erano in procinto di separazione e l'atto estremo compiuto dall'uomo sarebbe avvenuto al culmine di una delle tanti liti tra la coppia L'uomo deteneva regolarmente l'arma con cui ha commesso il delitto.

Al momento della tragedia erano in casa due figli della coppia, di 15 e 17 anni, però pare che non abbiano assistito all'omicidio suicidio perchè riposavano al piano superiore. Sono maggiorenni invece gli altri tre figli della coppia. Sul posto sono intervenuti, oltre a sanitari e Vigili del Fuoco, anche i carabinieri di Ardea.






Questo è un articolo pubblicato il 20-08-2010 alle 17:55 sul giornale del 21 agosto 2010 - 878 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, suicidio, roma, omicidio, ancona, morto, alberto bartozzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bpa





logoEV