statistiche sito

Policarpo Vescovo e martire

1' di lettura 23/02/2011 -

Policarpo, discepolo dell’evangelista Giovanni, fu vescovo di Smirne (attuale Izmir, Turchia), dove accolse sant’Ignazio avviato a Roma per il martirio. 



Nato a Smirne nell'anno 69 «fu dagli Apostoli stessi posto vescovo per l'Asia nella Chiesa di Smirne». Così scrive di lui Ireneo, suo discepolo e vescovo di Lione in Gallia. Policarpo viene messo a capo dei cristiani del luogo verso il 100. Nel 154 Policarpo va a Roma per discutere con papa Aniceto sulla data della Pasqua. Dopo il suo ritorno a Smirne scoppia una persecuzione. L'anziano vescovo (ha 86 anni) viene portato nello stadio, perché il governatore romano Quadrato lo condanni. Policarpo rifiuta di difendersi davanti al governatore, che vuole risparmiarlo, e alla folla, dichiarandosi cristiano, fu dato al rogo, mentre rendeva grazie a Dio Padre per averlo ritenuto degno di essere annoverato tra i martiri. Era il 23 febbraio 155.






Questo è un articolo pubblicato il 23-02-2011 alle 10:15 sul giornale del 23 febbraio 2011 - 4431 letture

In questo articolo si parla di attualità, giacomo campanile, Policarpo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/hIt

Leggi gli altri articoli della rubrica Il Santo del giorno





logoEV
logoEV
logoEV