Burqa fuorilegge, primo passo della legge

1' di lettura 03/08/2011 -

La commissione Affari Costituzionali della Camera ha dato infatti il suo via libera al testo di legge che vieta di indossare gli abiti tradizionali delle donne islamiche che coprono integralmente il corpo. 



La proposta di legge andra' all'esame dell'aula in settembre, alla ripresa dei lavori dopo la pausa estiva.

Il testo, approvato con i voti favorevoli dei gruppi di maggioranza, l'astensione di Fli, Ucd e Idv e il no del Pd, vieta il travisamento del volto in luoghi pubblici, con il burqa e il niqab (il primo e' il vestito tradizionale che non lascia scoperto nemmeno un centimetro di pelle, il secondo lascia liberi solo gli occhi), ma anche con altri indumenti di "origine etnica": per chi viola la legge, sono previste sanzioni pecuniarie e detentive.

Il primo articolo ricalca in parte la legge Reale, che nel 1975, in chiave anti-terrorismo, vieto' l'uso del casco e di indumenti che nascondessero il volto: prevede per le donne che escono in burqa una ammenda da 300 a 500 euro.

Diverso e' il secondo articolo, che rende un reato obbligare o costringere una persona, con violenza e minacce, ad indossare il burqa o indumenti simili. Severe le pene: sanzioni fino a 30.000 euro e reclusione fino a 12 mesi, che aumentano fino a 18 se il fatto e' commesso a danno di un minore o di una persona disabile. Infine e' precluso l'acquisto della cittadinanza italiana per chi sia stato condannato in via definitiva per questo nuovo reato.






Questo è un articolo pubblicato il 03-08-2011 alle 07:19 sul giornale del 03 agosto 2011 - 1715 letture

In questo articolo si parla di attualità, giacomo campanile, Burqa fuorilegge

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/n5W





logoEV