Roma nord bloccata: si apre un nuovo megastore!

3' di lettura 27/10/2011 -

Da giorni i cartelloni pubblicitari annunciavano l'imminente apertura, nella zona di Ponte Milvio, di un nuovo megastore di articoli elettronici. 

Nessuno avrebbe potuto immaginare quante persone sarebbero state attirate dagli sconti annunciati.

Il risultato è stata una nuova giornata di passione per i cittadini romani, intrappolati nel traffico per ore prima di poter raggiungere la propria destinazione.



Alcuni si sono messi in fila già dalla sera precedente, molti alle prime luci del mattino. Quando il resto della città si è svegliata era ormai troppo tardi: le vie a nord della capitale erano ormai completamente intasate dal traffico.

Chiusa la Flaminia, ferma la Cassia, bloccate Tor di Quinto e la Tangenziale. E così via, fino a fermare quasi tutta la città!

A Ponte Milvio, intorno alle 10,00 della mattina, si assisteva a una scena surreale: tra il caos delle auto ferme, passavano persone sorridenti che trasportavano scatoloni con televisori, computer, qualcuno spingeva perfino frigoriferi o altri elettrodomestici!

«Quando una grande catena commerciale arriva su un territorio dovrebbe avere l’accortezza di utilizzare tutte le cautele per ridurre al minimo i disagi dei cittadini. - ha affermato il sindaco di Roma, informato della difficile situazione che si è venuta a creare intorno al nuovo negozio - La compagnia Trony, che sicuramente rappresenta una delle più competitive e qualificate catene di distribuzione operanti in Italia, ha lanciato una vendita promozionale di straordinaria portata senza mettere l’Amministrazione in condizioni di valutare l’impatto che questa avrebbe avuto sulla cittadinanza. Nessuna comunicazione ufficiale di questa promozione è stata fatta né al Campidoglio né al XX Municipio, limitandosi ad annunciare l’apertura del negozio e a chiedere spazi aggiuntivi per parcheggi che gli sono stati puntualmente concessi dal XX Municipio. Soltanto nel corso della mattinata, verificato l’incredibile afflusso di cittadini, si è stati in condizioni di dispiegare sul campo ben 250 unità della Polizia Municipale. Questo è un atteggiamento poco rispettoso della nostra città e della nostra Amministrazione che non può certo desumere l’impatto di un evento del genere inseguendo le affissioni pubblicitarie. Per questo motivo, d’accordo con l’assessore Bordoni, ho dato mandato al Comandante della Polizia di Roma Capitale di verificare tutte le eventuali violazioni amministrative che possono essere state compiute in questa circostanza, e all’Avvocatura capitolina di valutare la possibilità di una richiesta di risarcimento danni nei confronti della città di Roma. Nessuna ostilità contro la società Trony che si è incaricata di rivitalizzare un centro commerciale autorizzato dalla precedente Amministrazione che rischiava il fallimento, ma ci attendiamo atti precisi di scuse e di risarcimento nei confronti di Roma Capitale».

Le scuse sono arrivate in una nota di Alessandro Febbraretti, amministratore unico di Trony Roma: "A nome della compagnia Trony, rivolgo le più sentite scuse alla città e al sindaco Gianni Alemanno. Siamo davvero spiacenti dei disagi arrecati questa mattina in occasione dell'apertura del punto vendita di Ponte Milvio".






Questo è un articolo pubblicato il 27-10-2011 alle 20:27 sul giornale del 28 ottobre 2011 - 991 letture

In questo articolo si parla di traffico, roma, Cinzia Mazzarini, elettronica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/qX2





logoEV