Roma 2020, il governo dice 'no' alle olimpiadi

Mario Monti 1' di lettura 14/02/2012 - Il governo Monti dice 'no' alle Olimpiadi 2020 a Roma poiché non esisterebbero le condizioni necessarie.

Dopo la valutazione dei costi e dei benefici, ha prevalso la considerazione che l’Italia non può permettersi un’avventura con troppe incognite e con costi non chiari. La bocciatura delle Olimpiadi a Roma era già nell'aria da tempo ma martedì è arrivata l'ufficialità.

Monti, consapevole che l'organizzazione delle olimpiadi a Roma può rappresentare una grande occasione di sviluppo per il Paese, ha stabilito di bocciare l'operazione perchè non esistono le condizioni perché il governo offra le garanzie dello Stato alla candidatura per i Giochi. Almeno in questo periodo e a queste condizioni.

Il presidente del Consiglio incontra ora il presidente del Comitato organizzatore Mario Pescante, il presidente del Coni Petrucci e il sindaco di Roma Alemanno per ufficializzare la decisione.






Questo è un articolo pubblicato il 14-02-2012 alle 15:33 sul giornale del 15 febbraio 2012 - 793 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sudani Alice Scarpini, olimpiadi 2020, Mario Monti, roma 2020

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/vcY