Festival 'Le cinque Perle del Barocco'

7' di lettura 14/05/2012 - 14 maggio all'Aula Magna del Pontificio Istituto di Musica Sacra in Piazza Sant'Agostino alle ore 21, con ingresso gratuito, concerto-anteprima della terza edizione del Festival "Le cinque Perle del Barocco", che si terra' a Roma dal 18 al 25 maggio 2012, organizzato dall'Institut français - Centre Saint-Louis

Sarà un'omaggio, come avvenuto nelle passate edizioni, al piu' grande autore barocco della storia, Johann Sebastian Bach, accostato alle interpretazioni o attualizzazioni che della sua musica ne hanno fatto compositori contemporanei. Alessandro Stella, Direttore artistico del festival e per questo concerto in veste di pianista, affiancato da Giovanni Gnocchi al violoncello e dal soprano Giorgia Milanesi, ha questa volta voluto accostare la musica di Bach ai ritmi brasiliani.

Saranno, infatti, eseguite la Sonata per viola da gamba e clavicembalo in sol minore n. 3 BWV 1029 e due delle nove suites Bachianas Brasileras, le n. 4 e 5, scritte dal compositore brasiliano Villa-Lobos tra il 1930 e il 1945, dunque un incontro suggestivo fra la tradizione barocca di Bach e i ritmi della musica popolare brasiliana. Festival, come suggerisce lo stesso titolo, utilizza cinque preziose “perle” architettoniche barocche francesi di Roma, luoghi molto importanti dal punto di vista artistico come Trinità dei Monti, San Luigi dei Francesi, San Nicola dei Lorenesi, Sant’Ivo dei Bretoni e Santi Claudio e Andrea dei Borgognoni per proporre un programma di estremo interesse musicale e musicologico avente come tema portante le 'Storie Sacre'

Come spiega il direttore artistico della manifestazione, Alessandro Stella, "La manifestazione è stata sin dall’inizio ideata per offrire al pubblico di esperti ed appassionati concerti di musica antica con programmi originali alcuni in prima esecuzione italiana, eseguiti su strumenti d’epoca, secondo le più avanzate ricerche sulla prassi esecutiva filologica".

Il Concerto inaugurale è previsto per venerdì 18 maggio presso la Chiesa della Trinità dei Monti, ed è affidato a l’ Ensemble Faenza, uno dei complessi di musica antica più conosciuti in Francia per l'occasione formato da cinque cantanti e due strumentisti (che si alterano alla chitarra, liuto e arciliuto). Il programma scelto rievoca un’immaginaria Settimana Mistica con l’esecuzione di canti devozionali della Controriforma composti da Robert Ballard, Antoine Boesset, Giovanni Giacomo Gastoldi, Pierre Guédron, Étienne Moulinié, su testi di Lazare de Selve, Jean Auvray, Jean de La Ceppède.

Sabato 19 maggio, è il turno della Chiesa di San Nicola dei Lorenesi, con Le Concert Lorrain, un complesso di musica antica fondato nel 2000 per un programma dal titolo esplicito di Amore Sacro, Giuditta trionfante! In progrmma il Motet pour le Saint Sacrement , il Motet pour le Saint Sacrement, il Motet pour le Roy e la Sonata in trio per violino, basso e basso continuo di Joseph Bodin de Boismortier. Nella seconda parte ascoltermo una delle rare donne compositrici del barocco, Elisabeth Jacquet de Laguerre, con una Sonata per violino e basso continuo e Judith, Cantata con sinfonia.

Martedì 22 maggio appuntamento a San Luigi dei Francesi con il gruppo La Simphonie du Marais, con un programma di grandi rarità barocche, alcune delle quali mai ascoltate nella Capitale, con Guillaume Gabriel Nivers con due mottetti O sancti regis Ludovici e Regna terra. Poi Marc-Antoine Charpentier con il mottetto In honorem Sancti Ludovici regis Galliae canticum (H365), Seguito da Arcangelo Corelli con una Sonata a 4 per concludere con Alessandro Melani, Mottetto per San Luigi dei Francesi (opera I e II).

Mercoledì 23 maggio i riflettori si sposteranno presso la Chiesa di Sant’Ivo dei Bretoni con l’ Ensemble Mare Nostrum ed un programma dal titolo L’ultima notte. Eseguiranno mottetti romani del ‘600 concentrati sulla descrizione di Maria Maddalena e del suo tormento nelle ore che precedono la Passione di Cristo.

Giovedì 24 maggio nella Chiesa di Santi Andrea e Claudio dei Borgognoni il concerto 'clou' di tutto il festival dedicato a Giacomo Carissimi, il musicista tra i più grandi a raappresentare in musica le 'Storie Sacre' tema del festival con Historia dei Pellegrini di Emmaus, i mottetti Ardens est cor nostrum e Tolle Sponsa, la Historia di Job e la Historia di Jephte.

Venerdì 25 maggio gran finale nella Chiesa di San Luigi dei Francesi con l’Ensemble Correspondances che proporrà la prima esecuzione italiana di Caecilia Virgo & Martyr (catalogo H. 397) di Marc-Antoine Charpentier, autore che operò la singolare scelta di dedicare alla Patrona della Musica ben quattro oratori tra loro diversi per tonalità e organico utilizzando il medesimo testo. In questa occasione ascolteremo il secondo del catalogo, composto intorno al 1677-78.

Da ricordare la tradizionale anteprima che il festival offre agli appassionati, in cartellone per martedì 15 maggio presso l’ Aula Magna del Pontificio Istituto di Musica Sacra in Piazza Sant’Agostino, che vedrà protagonista proprio il direttore artistico Alessandro Stella nella veste di pianista, assieme al violoncello di Giovanni Gnocchi ed al soprano Giorgia Milanesi. Eseguiranno un programma interamente dedicato a Johann Sebastian Bach, il musicista più emblematico sia del periodo barocco sia per dimostrare l'universalità della Musica. Infatti ascolteremo un accostamento molto appropriato per questo tema, la Sonata per viola da gamba e clavicembalo in sol minore n. 3 BWV 1029 affiancata a due delle nove suites Bachianas Brasileras, le n. 4 e 5, scritte dal compositore brasiliano Heitor Villa-Lobos negli anno 30-40 dello scorso secolo felice sintesi fra tradizione barocca e i ritmi della musica popolare brasiliana.

Il Festival avrà anche due iniziative collaterali: "dietro le quinte". Nei giorni di mercoledì 23 maggio presso l'Auditorium dell'Institut français (dalle 10 alle 18) la Masterclass di flauto dolce con Hugo Reyne e sabato 19 alle ore 10 la visita al laboratorio del liutaio Claude Lebet, da quasi vent’anni attivo a Roma con la sua prestiogiosa bottega, situata a Palazzo Aste in via di Monserrato. Per entrambi gli appuntamenti è necessario iscriversi all’email [email protected] Per la masterclass il costo è 30 € per l'attivo, ma ci è stato comunicato che i posti disponibili sono ormai esauriti da tempo, e 10 € per l'uditore).

I concerti, invece, sono tutti ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.


Festival
Le Cinque Perle del Barocco
III Edizione
18-25 maggio 2012
anteprima 15 maggio 2012

Luoghi del Festival:
Pontificio Istituto di Musica Sacra - Piazza S. Agostino, 20a
Chiesa San Luigi dei Francesi - Piazza S. Luigi de’ Francesi
Chiesa San Nicola dei Lorenesi - Largo Febo, 17
Chiesa Sant’Ivo dei Bretoni - Vicolo della Campana, 8
Chiesa dei Santi Andrea e Claudio dei Borgognoni - Piazza San Silvestro
Chiesa della Trinità dei Monti - Piazza della Trinità dei Monti, 3
Institut français - Centre Saint-Louis - Largo Toniolo 22

Informazioni:
06-6802606/29
www.institutfrancais-csl.com






Questo è un articolo pubblicato il 14-05-2012 alle 22:18 sul giornale del 15 maggio 2012 - 1319 letture

In questo articolo si parla di attualità, giacomo campanile

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/y36