SEI IN > VIVERE ROMA >

Uto Ughi per Roma 2012. Roma Capitale della musica classica

5' di lettura
786

L’edizione 2012 propone concerti nei quali, come da tradizione di questa manifestazione, si esibiscono alcuni tra i principali interpreti di musica classica e giovani talenti stranieri e italiani.


Torna l’emozione della Grande Musica classica: anche quest’anno si rinnova l’appuntamento
con il Festival “Uto Ughi per Roma”, la rassegna ideata 14 anni fa dal Maestro Ughi.
La manifestazione prenderà il via il 25 settembre con la serata inaugurale all’Auditorium
della Conciliazione e si concluderà, nella stessa location, il 10 ottobre.
Un interessante programma di concerti - tutti rigorosamente gratuiti - che vedranno salire sul
palco artisti e giovani talenti conosciuti a livello internazionale.
Come da tradizione, la rassegna si svolgerà in alcuni dei luoghi più belli della città, dalla
Basilica di Santa Maria in Ara Coeli a quella di Santa Sabina all’Aventino fino alla prestigiosa
Sala Accademica del Conservatorio di Santa Cecilia. Luoghi a cui si aggiungerà il carcere di
Rebibbia, dove il 4 ottobre il Maestro suonerà per i detenuti alla presenza del Ministro della
Giustizia Paola Severino.
“Sono orgoglioso - dice Ughi - di poter rinnovare anche quest’anno il mio impegno nella
diffusione della musica classica che oggi svolge un ruolo ancora più importante perché
riproponendo, reinterpretando e facendo riascoltare composizioni che arrivano da un passato
anche di centinaia di anni, può aiutare l’uomo ad affrontare più serenamente il quotidiano”.
“Certo dell’importanza e dell’arricchimento che può regalare la musica e in generale tutta la
cultura - aggiunge - sono felice di poter dedicare un concerto a chi soffre di più, come i
detenuti del carcere romano. Iniziative come queste rientrano da sempre nella mia etica e mi
ripagano del lavoro”.
“Il Festival ‘Uto Ughi per Roma’ – ricorda Alessandro Casali, Presidente del Gruppo Meet
che da sempre organizza l’evento – è nato per i giovani, e in un periodo difficile e impegnativo
come questo che stiamo vivendo riveste una duplice importanza rispetto alle nuove
generazioni: da una parte perché offre al pubblico occasioni di crescita culturale, dall’altra
perché crea opportunità di visibilità e di affermazione per interpreti emergenti”.
Il 25 settembre il Maestro e la sua orchestra “I Filarmonici di Roma” apriranno il Festival
con un viaggio nel grande repertorio virtuosistico: Mozart, Chausson, Ravel e variazione sul
tema di Corelli per violino e orchestra. Il 27 settembre sarà la volta di Alexander
Romanovsky, giovane talento premiato ai prestigiosi concorsi “Rubinstein” e “Busoni”, che al
Teatro Olimpico si cimenterà in un recital di pianoforte. Tra gli altri appuntamenti la
tradizionale serata di beneficenza, che quest’anno è dedicata alla Onlus Antea attiva nelle
cure palliative e nell’assistenza gratuita ai pazienti in fase avanzata di malattia, in programma
il 30 settembre alle 19 nella Basilica dell’Ara Coeli. In questa occasione ad esibirsi sarà
l’”Orchestra Giovanile Uto Ughi per Roma” con il Maestro violino e direttore. (Per i biglietti
www.antea.net e allo 06.303321). L’orchestra, di oltre 40 musicisti, riunisce le giovani
promesse della musica classica italiana, attentamente selezionate nei conservatori italiani, che
hanno la possibilità di perfezionare la tecnica partecipando a un corso gratuito di formazione
orchestrale.

Il workshop, della durata di una settimana, è tenuto da Bruno Aprea,
il Maestro che dirigerà l’orchestra nel concerto del 1° ottobre alla Basilica di Santa Sabina.
Infine, il 3 ottobre è stata organizzata una masterclass del Maestro Ughi che spiegherà ai
violinisti del Conservatorio di Santa Cecilia come affrontare al meglio un brano: dalla
comprensione all’esecuzione fino all’interpretazione. Completano il programma degli
appuntamenti aperti al pubblico il concerto del 5 ottobre con il trombettista Cicci Santucci e il
pianista Luciano Michelini che eseguiranno le colonne sonore di grandi compositori come
Nino Rota, Ennio Morricone e Michael Nyman, e quello dell’8 ottobre, un incontro di solisti
con Uto Ughi, Maryse Regard (violini) , Francesco Fiore (viola) e Franco Maggio Ormezowsky
(violoncello).
La serata di chiusura all’Auditorium sarà affidata sempre a Uto Ughi e alla sua orchestra da
camera con musiche di Britten, Bach, Tchaikovsky, De Falla, Sibelius, Saint-Saens e de
Sarasate.
Per ulteriori informazioni e programma dettagliato visitate la pagina Facebook e il sito
ufficiale “Uto Ughi per Roma 2012”. Aggiornamenti anche su Twitter.
“Uto Ughi per Roma” si svolge con l’adesione del Presidente della Repubblica con il Patrocino
del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, della Presidenza del Consiglio dei
Ministri, del Ministero dell’Interno, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e della Provincia di Roma. La
manifestazione è realizzata in collaborazione con il Consiglio dei Ministri e con il sostegno di
Roma Capitale- Assessorato alle Politiche culturali e Centro storico, Regione Lazio, Camera di
Commercio di Roma, Automobile Club d’Italia, Banca Carige, Acea, Banca Etruria, Simest,
Auditorium Conciliazione e Uto Ughi per i giovani.

INGRESSO AI CONCERTI:
L’ingresso gratuito, su presentazione del biglietto, fino a esaurimento posti.
I biglietti possono essere ritirati alla Orbis Servizi
Piazza Esquilino, 37 – 00185 Roma
Da lunedì a venerdì: 9.30/13 e 16/19
Oppure possono essere prenotati sul sito www.greenticket.it e ritirati alla Orbis servizi.
Info 800.904560
Per l’accredito dei giornalisti è sufficiente inviare una e-mail all’indirizzo
ufficiostampa@gruppomeet.it
Marta Piccirilli
Ufficio Stampa Gruppo Meet
P.le Flaminio, 19 - 00196 Roma
Tel. 06.32296984-71 cell. 366 6718954
m.piccirilli@gruppomeet.it; ufficiostampa@gruppomeet.it


Questo è un articolo pubblicato il 26-09-2012 alle 08:29 sul giornale del 27 settembre 2012 - 786 letture