L'arcivescovo Pietro Parolin segretario di Stato

1' di lettura 01/09/2013 - Papa Francesco ha nominato segretario di Stato l’arcivescovo Pietro Parolin.

Cinquantottenne, originario di Schiavon, nel Vicentino, dove è nato il 17 gennaio 1955, monsignor Parolin vanta una lunga esperienza nel servizio diplomatico della Santa Sede, iniziato nel 1986 nella rappresentanza pontificia in Nigeria e proseguito nel 1989 in quella in Messico. Dal 1992 ha lavorato in Segreteria di Stato per diciassette anni, dei quali gli ultimi sette come sotto-segretario per i rapporti con gli Stati, prima di essere inviato nel 2009 in Venezuela come nunzio apostolico.
«Nel momento in cui viene resa pubblica la nomina a segretario di Stato — ha detto il presule in una dichiarazione diffusa dalla Sala Stampa della Santa Sede — desidero esprimere profonda e affettuosa gratitudine al Santo Padre Francesco, per l’immeritata fiducia che sta dimostrando nei miei confronti, e manifestargli rinnovata volontà e totale disponibilità a collaborare con lui e sotto la sua guida per la maggior gloria di Dio, il bene della Santa Chiesa e il progresso e la pace dell’umanità, affinché essa trovi ragioni per vivere e sperare».






Questo è un articolo pubblicato il 01-09-2013 alle 21:54 sul giornale del 02 settembre 2013 - 949 letture

In questo articolo si parla di attualità, giacomo campanile, Pietro Parolin

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Rde





logoEV
logoEV
logoEV