Papa: Un buon cattolico si immischia in politica

2' di lettura 16/09/2013 - "Diamo meglio di noi, idee, suggerimenti, preghiera". "Non si può governare senza amore per il popolo e senza umiltà"

La forza e la semplicità di Papa Francesco. Anche oggi. "Non si può governare senza amore al popolo e senza umiltà! E ogni uomo, ogni donna che deve prendere possesso di un servizio di governo, deve farsi queste due domande: 'Io amo il mio popolo, per servirlo meglio? Sono umile e sento tutti gli altri, le diverse opinioni, per scegliere la migliore strada?'. Se non si fa queste domande il suo governo non sarà buono. Il governante, uomo o donna, che ama il suo popolo è un uomo o una donna umile". D'altra parte, San Paolo esorta i governanti a elevare preghiere "per tutti quelli che stanno al potere, perchè possiamo condurre una vita calma e tranquilla".

Se, dunque, i governanti devono amare il popolo, allo stesso tempo i cittadini non possono disinteressarsi della cosa pubblica. "Un buon cattolico si immischia in politica - spiega il Papa - offrendo il meglio di sé, perché il governante possa governare". E si domanda: "Ma qual è la cosa migliore che noi possiamo offrire ai governanti? La preghiera! E' quello che Paolo dice: 'Preghiera per tutti gli uomini e per il re e per tutti quelli che stanno al potere'. 'Ma, Padre, quella è una cattiva persona, deve andare all'inferno...'. 'Prega per lui, prega per lei, perché possa governare bene, perchè ami il suo popolo, perché serva il suo popolo, perchè sia umile!'. Un cristiano che non prega per i governanti, non è un buon cristiano!".

I cittadini quindi non possono non curarsi della politica: "Nessuno di noi può dire: 'Ma io non c'entro in questo, loro governano...'. No, no, io sono responsabile del loro governo e devo fare il meglio perchè loro governino bene e devo fare il meglio partecipando nella politica come io posso. La politica, dice la Dottrina Sociale della Chiesa, è una delle forme più alte della carità, perché è servire il bene comune. Io non posso lavarmi le mani, eh? Tutti dobbiamo dare qualcosa!".






Questo è un articolo pubblicato il 16-09-2013 alle 22:54 sul giornale del 17 settembre 2013 - 1268 letture

In questo articolo si parla di giacomo campanile, politica, papa Francesco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/RQz





logoEV
logoEV
logoEV