Roma piano traffico. Per entrare in centro servirà un ticket

1' di lettura 30/01/2014 - Afferma l'assessore Improta: «Tutte le targhe avranno associato un bonus ingressi, a Milano con l'Ecopass sono 40. I controlli verranno fatti anche attraverso varchi elettronici». Anche nella zona 2 sarà rivista la sosta tariffata, eliminando abbonamenti e agevolazioni. Per la terza fascia, che arriva alla circonvallazione esterna (la fascia verde), la situazione attuale parla di un (prevedibile) predominio delle auto (52% rispetto al 27 del trasporto pubblico locale).


L’obiettivo: arrivare a un equilibrio tra vetture e trasporto pubblico. Come? Più bus sulle strade principali verso il centro, corsie preferenziali, eliminazione della sosta su strada, più parcheggi di scambio. La zona 4 è l’anello che termina all’altezza del Grande raccordo: qui le auto dilagano (il 62,9% cento degli spostamenti). Quindi più bus verso i nodi di scambio metro-ferrovia, con tariffe differenziate e potenziamento dei parcheggi di scambio. Nella zona 5, oltre il raccordo, Improta promette «il miglioramento del trasporto pubblico».

Un sistema di «bonus» che consentirà a tutti i residenti di oltrepassare i confini dell’anello ferroviario (un’area a metà tra la ztl e la fascia verde). Una macchina avrà a disposizione un pacchetto annuo di entrate gratuite, prima ipotesi 120. Quando supererà i bonus, ogni volta dovrà pagare, in base all’inquinamento prodotto. È solo uno dei provvedimenti presentati ieri dall’assessore alla Mobilità, Guido Improta, all’interno del Pgtu.








Questo è un articolo pubblicato il 30-01-2014 alle 11:18 sul giornale del 31 gennaio 2014 - 2708 letture

In questo articolo si parla di attualità, traffico, giacomo campanile, roma

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/XKM





logoEV