Roma: sequestrati 900 chili di botti per Capodanno

Carabinieri generica 1' di lettura 29/12/2014 - I carabinieri di Roma hanno sequestrato 900 chili di botti, tra petardi e fontane varie, detenuti abusivamente o in locali non idonei al loro stoccaggio.

Nel mirino dei controlli, intensificati in queste ore che precedono il Capodanno, sono finite 3 persone. Tra questi un 72enne, denunciato a piede libero con l’accusa di detenzione e vendita abusiva di materiale pirico, che deteneva 700 chili di botti senza autorizzazione all’interno di un negozio di giocattoli. Il materiale sequestrato è stato affidato ad una ditta specializzata nel trattamento e nella custodia di questo tipo di prodotti.

Altri 200 chili di materiale pirotecnico sono stati trovati all’interno di un altro negozio di giocattoli; il proprietario, era già stato denunciato in precedenza per lo stesso motivo. Denunciata anche una 29enne cinese sorpresa a vendere ad un ragazzino di età inferiore ai 14 anni un botto contenente complessivamente 37 grammi di polvere pirica.






Questo è un articolo pubblicato il 29-12-2014 alle 18:35 sul giornale del 30 dicembre 2014 - 803 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, roma, redazione, botti di capodanno, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ads8





logoEV