Jennifer Sarchiè in visita da Luciano Violante

1' di lettura 23/09/2015 - Jennifer Sarchiè la figlia di Pietro, il commerciante di pesce di San Benedetto ucciso nelle campagne del maceratese lo scorso anno, è stata ricevuta il 21 settembre scorso da Luciano Violante per un colloquio a Roma.

Jennifer era accompagnata dalla madre Ave e dalla presidente dell’Associazione “Famiglia c’è”, Marina Brasiello. In questo caso Jennifer si è presentata non solo come la figlia di una vittima assassinata, ma anche come Responsabile Nazionale di “Vittime di Omicidi Efferati” carica che ricopre da qualche giorno sempre all’interno dell’Associazione.

L’onorevole Violante, ex Presidente della Camera dei Deputati e della Commissione Antimafia, ha affermato di essere già al corrente del fatto specifico relativo Pietro Sarchiè e ha condiviso con Jennifer l’auspicio che il lavoro degli inquirenti e dei magistrati non vada perduto. Jennifer ha ribadito quanto sia importante per lei , ma anche per i familiari di tutte le altre vittime, che il rito abbreviato, gli sconti di pena o altri benefici di legge, non facciano in modo che i rei degli omicidi, alla fine se la cavino con poco.

Violante ha affermato di valutare in futuro quale iniziative adottare per rispondere alle richieste della famiglia Sarchiè e delle altre, rappresentate in questo caso proprio da Jennifer.


di Roberto Guidotti  
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 23-09-2015 alle 18:56 sul giornale del 24 settembre 2015 - 824 letture

In questo articolo si parla di cronaca, comune di San Bendetto del Tronto, articolo, sarchiè, violante

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aotD





logoEV