L'Fmi taglia le stime del Pil mondiale, per l'Italia un +0,5%

1' di lettura 21/01/2020 - Al via il Forum di Davos: attesa Greta Thunberg, ci sarà anche Donald Trump.

L'economia italiana accelera nel 2020. Dopo il +0,2% del 2019, il pil è atteso crescere quest'anno dello 0,5%. Nell'aggiornamento del World Economic Outlook, il Fmi conferma la stima 2020 per l'Italia ma lima al ribasso quella per il 2021 a +0,7%. Nel 2018 l'economia italiana era cresciuta dello 0,8%. Il Fondo taglia le stime di crescita mondiali per il 2020 e il 2021 confermando l'esistenza di rischi al ribasso. Dopo il +2,9% del 2019, il pil mondiale è previsto crescere del 3,3% quest'anno e del 3,4% il prossimo, rispettivamente 0,1 e 0,2 punti percentuali in meno rispetto alle precedenti previsioni. La revisione al ribasso del pil mondiale è legata al rallentamento di alcune economie emergenti.






Questo è un articolo pubblicato il 21-01-2020 alle 17:55 sul giornale del 22 gennaio 2020 - 199 letture

In questo articolo si parla di economia, edoardo diamantini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bfj2


logoEV
logoEV
logoEV