Dal 25 al 27 novembre, alla Fiera di Roma, online la III edizione di RO.ME – Museum Exhibition

4' di lettura 29/10/2020 - RO.ME – Museum Exhibition, fiera internazionale sui musei, luoghi e destinazioni culturali, celebra il suo terzo anno con un’edizione on line. Sul sito specifico romemuseumexhibition.com sarà possibile visitare la fiera in modalità virtuale, assistere ai webinar, partecipare a workshop e organizzare incontri con compratori ed espositori.

Oltre 70 aziende nazionali e internazionali popoleranno il mercato della Fiera digitale, esponendo i propri prodotti e illustrando le proprie soluzioni.Un programma denso di approfondimenti specialistici: che quest’anno – informa un comunicato ufficiale degli organizzatori - saranno centrati sugli impatti della pandemia sul settore e sulle strategie di risposta da adottare. La Fiera si aprirà col Convegno inaugurale organizzato dalla Direzione Generale Musei del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, alla presenza dei direttori dei musei italiani, con l’intervento del Ministro Dario Franceschini.


In un periodo storico fortemente segnato dalla chiusura e dal contingentamento dell’accesso al pubblico nei musei, il tema della trasformazione digitale e dell’inclusività dei musei ( già iniziato a sviluppare dal MIBACT negli ultimi anni) assume un significato necessariamente nuovo. Istituzioni e professionisti nazionali ed internazionali discuteranno di strategie, contenuti, esperienze per favorire l’accessibilità di collezioni e raccolte di musei, archivi e biblioteche, proprietà intellettuale e diritti d’autore.

Numerosi gli eventi speciali in programma: a partire dal meeting sulle industrie culturali e creative legate alle filiere dei musei e del turismo culturale. Novità assoluta di questa edizione, l’istituzione del Premio “Fondazione Santagata” sotto il patrocino della Commissione Nazionale Italiana Unesco: attribuito da una giuria di esperti a un progetto di sviluppo sostenibile, realizzato o avviato nell’ambito di un territorio o di una comunità, con designazione UNESCO, sul territorio nazionale.

Nell’ottica di promozione del Sistema museale nazionale, RO.ME – Museum Exhibition, in collaborazione con la Direzione Generale Musei del MiBACT, presenterà il pilota della Virtual Experience su 15 Musei del Territorio disseminati lungo la penisola. La seconda edizione di TEMM, Traveling Exhibition Meeting & Marketplace, si concentrerà sul ruolo delle mostre itineranti nell’ aiutare i musei, gli spazi espositivi e i produttori di mostre a superare l’emergenza causata dal COVID-19.

Ancora al centro l’approfondimento sui protagonisti, i modelli di patronage, le donazioni, Art Bonus e le sponsorizzazioni di beni culturali, che prevede la partecipazione di Ales SpA: società che, col forte sviluppo - a volte, peraltro, andato anche oltre il logico necessario - della normativa avviata dalla legge Ronchey degli anni ’90 (sulla partecipazione dei privati alla gestione di alcuni servizi non essenziali dei siti artistici e archeologici), da tempo collabora col MIBACT nell’ausilio a diverse strutture periferiche del Ministero per la gestione di vari servizi. Saranno celebrati, inoltre, i 25 anni della Fondazione “Sandretto Re Rebaudengo”, istituzione senza scopo di lucro nata a Torino nel 1995 che sostiene l'arte contemporanea e specialmente la produzione dei giovani artisti, eccellenze italiane nella ricerca, nella valorizzazione e nella promozione dell’arte contemporanea.

RO.ME – Museum Exhibition, è un evento realizzato da Fiera Roma e ISI.Urb (associazione con la finalità di incrementare il potenziale attrattivo di città e territori, privilegiando creatività e cultura come nuovi motori di sviluppo), col patrocinio e il contributo di MIBACT, Regione Lazio, Unioncamere Lazio e Camera di Commercio di Roma; e il patrocinio di Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Roma Capitale, ICOM (International Council of Museums) Italia, il principale network italiano di musei e professionisti museali, con più di 2000 soci, individuali e istituzionali, e ICCROM (l’organizzazione interstatuale che opera al servizio dei suoi membri per promuovere la conservazione di tutte le forme di patrimonio culturale del mondo, nello spirito della Dichiarazione Universale dell'Unesco sulla Diversità Culturale del 2001), e Ambasciata degli USA in Italia.






Questo è un articolo pubblicato il 29-10-2020 alle 09:05 sul giornale del 30 ottobre 2020 - 217 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bz5K





logoEV
logoEV
logoEV