Intelligence: "Macrì: furia Trump, assalto alla democrazia"

2' di lettura 07/01/2021 - Ho sempre ritenuto l'11 settembre 2001  il momento pù buio e triste per gli Stati Uniti d'America e forse per il mondo, ma purtroppo mi sbagliavo.

Come molti italiani ero davanti alla tv intento a seguire il big match Milan - Juventus e stavo ancora festeggiando (da buon juventino) per il goal di Federico Chiesa    quando, improvvisamente, mi arrivano su whatsapp una serie di messaggi: "Francesco cosa stà succedendo?", "Ma che succede?", "Stai guardando?", "Che ne pensi?", "Ma è vero?" e molti ancora.
Apro immediatamente sul mio smartphone la pagina dell'Ansa e leggo il seguente titolo: "Washington, assalto al Campidoglio". Incredulo e sbigottito, nel giro di 10 secondi faccio un giro sulle maggiori testate online e mi rendo subito conto di quanto stà purtroppo avvenendo; mi collego quindi al sito della CNN e inizio finalmente a focalizzare nella sua drammaticità la pagina davvero più triste e "imprevedibile" per la Madre di tutte le Democrazie. Come noterete ho volontariamente virgolettato il termine "imprevedibile" perchè in tutta questa allucinante storia qualcosa non torna.
Ecco cosa:

  1. La sede del Congresso USA (Parlamento Federale) comunemente chiamato anche Campidoglio è, insieme alla Casa Bianca e al Pentagono, il luogo più protetto d’America e forse del mondo.

  2. Oltre alle ingenti forze di polizia impegnate h24 alla protezione del Palazzo, il sito è sotto il controllo costante delle varie Agenzie di Intelligence, che in maniera ovviamente discreta e invisibile monitorano e analizzano tutte le informazioni necessarie al fine di garantire il massimo della Sicurezza.

Ora mi domando incredulo e sbigottito come è potuto accadere che una folla facinorosa e violenta abbia potuto fare irruzione all'interno del Congresso in piena riunione Plenaria, dove addirittura si stava decidendo sulla convalida della nomina del nuovo Presidente degli Stati Uniti e, addirittura, con il ritrovamento di rudimentali ordigni esplosivi oltre che 4 persone hanno perso la vita durante gli scontri.

Allora in sintesi: le cose sono purtroppo due, e a mio modesto parere non si può sfuggire: stiamo parlando senza ombra di dubbio dei Servizi Segreti più efficienti al mondo, conseguentemente (dopo l’11 settembre) non è possibile che eventi del genere possono essere sfuggiti all’imperscrutabile Radar dell’Intelligence che, credetemi, dispone di occhi e orecchi dappertutto. Di conseguenza credo sia facile intuire che la lunga mano di Trump INVEVITABILMENTE ha posto la sua firma in questa allucinante vicenda “distraendo” in maniera a mio giudizio incontestabile tutti gli apparati preposti al controllo.

Non vi nascondo che ho condiviso questa mio dubbio/perplessità stamane con un mio amico israeliano, (molto esperto) che ha chiaramente espresso alla lettera il mio pensiero. Oggi più che mai caro Presidente Biden, che DIO protegga gli Stati Uniti d'America!     


da Francesco Macrì
esperto di intelligence





Questo è un articolo pubblicato il 07-01-2021 alle 17:44 sul giornale del 08 gennaio 2021 - 175 letture

In questo articolo si parla di politica, articolo, Frencesco Macrì

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bIpQ

Leggi gli altri articoli della rubrica Intelligence di Francesco Macrì