Morto d'infarto il pianista Jazz Adriano D'Urso, senza lavoro si era messo a fare il rider

1' di lettura 14/01/2021 - Coi locali chiusi causa pandemia, lui, pianista che per tutto l'anno faceva su e giù per l'Italia tra festival e club di fama, era rimasto senza lavoro

Coi locali chiusi causa pandemia, lui, pianista che per tutto l'anno faceva su e giù per l'Italia tra festival e club di fama, era rimasto senza lavoro. Così, momentaneamente, in attesa di tempi migliori, si era riciclato mettendosi a fare il rider, per guadagnare come poteva. Ed é successo così che domenica sera, 10 gennaio, mentre provava a far ripartire la sua auto d'epoca con a bordo la box di JustEat, servizio in rete di ordinazione e consegna pasti, la sua vita é finita nel giro di pochi minuti a causa di un infarto che l'ha stroncato prematuramente, a quarant'anni.

"Esprimiamo profondo dolore e cordoglio per la morte di Adriano Urso, un musicista che per superare la drammatica stagione che sta vivendo il settore della cultura aveva cominciato a fare il rider. Adriano e' stato colpito da un infarto mentre spingeva la propria macchina rimasta in panne durante un turno di consegne.". Così, in una nota, la Cgil di Roma e del Lazio. "Denunciamo ancora una volta l'insufficienza di misure per garantire continuità di reddito e giusto salario per le categorie di lavoratori più precari, molto presenti nel settore della cultura. Per questo, nei prossimi giorni, proseguiremo la mobilitazione a sostegno dei diritti dei riders e dei lavoratori della cultura".






Questo è un articolo pubblicato il 14-01-2021 alle 16:48 sul giornale del 15 gennaio 2021 - 148 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJp5





logoEV