Palidoro, iniziata la sottoscrizione pubblica per realizzare il Museo in memoria di Salvo D'Acquisto

1' di lettura 14/01/2021 - E’ iniziata – come informa, in una nota, il Comando Generale dell’ Arma dei Carabinieri - la sottoscrizione pubblica per rendere pienamente operativa, e fruibile ai visitatori, la Torre di Palidoro (cittadina sul litorale di Roma, non lontana da Fiumicino) che dal 23 settembre scorso è divenuta sede di uno spazio espositivo multimediale e multifunzionale dedicato a Salvo d'Acquisto.

Il vicebrigadiere dei Carabinieri, Medaglia d'Oro al Valor Militare, che nel 1943, a soli 23 anni, proprio qui trovò la morte per mano delle truppe naziste, offrendo la sua vita al posto di quella di 22 civili, ingiustamente presi in ostaggio dai tedeschi, furenti per la morte di 2 loro commilitoni (rimasti dilaniati da un ordigno esploso, in realtà, casualmente).

Di fronte alla torre di Palidoro sul luogo della fucilazione, oggi compresa nella Riserva naturale del litorale romano, era stata già eretta una lapide. L'accesso all'area sinora non era libero, ma consentito solo durante le visite guidate gratuite alla riserva naturale, organizzate dal Dipartimento politiche ambientali e agricole di Roma Capitale, o durante le cerimonie militari rievocative.

Tramite "Art Bonus", strumento del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo per la raccolta fondi attivato dalla Regione Lazio, il donatore – informa l’ANSA - potrà sostenere concretamente la realizzazione degli interventi di restauro. Il contributo sarà inoltre detraibile al 65% dalla dichiarazione dei redditi.






Questo è un articolo pubblicato il 14-01-2021 alle 00:30 sul giornale del 15 gennaio 2021 - 132 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJjk